Il paradosso in due cimiteri di Catanzaro: tariffe in aumento e obitori pieni di salme

Da qualche giorno, nel camposanto del quartiere Lido i feretri iniziano a essere stipati anche nella cappelle

Decine e decine di bare accatastate una sopra l’altra come se fossero pacchi di un qualsivoglia centro smistamento merci. Gli obitori sono strapieni e ora i feretri iniziano a essere stipati anche nella cappelle. Se fosse la sceneggiatura di un film horror, i cimiteri di Catanzaro in via Paglia e in via Salerno nel quartiere Lido sarebbero la location perfetta. Ma non c’è alcun set allestito né un lungometraggio in ‘cantiere’, eppure nei campisanti comunali succede anche questo.

L’annuncio dei 72 nuovi loculi

Un enorme ritardo sulla tumulazione delle tombe che crea tanta rabbia tra la gente costretta a sopportare, oltre al dolore per la perdita del proprio parente, pure la visione della bara trattata quasi come merce da depositare temporaneamente in un magazzino. Anche per mesi. Un qualcosa di assurdo nel silenzio quasi totale delle istituzioni. Qualche settimana fa, i consiglieri comunali Assisi e Serò annunciavano la consegna dei lavori per la costruzione di 72 nuovi loculi per il cimitero di Via Paglia. “Simbolo dell’impegno costante dell’amministrazione comunale verso il miglioramento e l’adeguamento delle infrastrutture cittadine alle esigenze dei suoi abitanti”, scrivevano in una nota. 

La rabbia dei cittadini per l’aumento delle tariffe

Ebbene, sotto accusa da parte dei cittadini è proprio l’indifferenza della politica. A partire da ieri 15 febbraio, peraltro, è scattato l’incremento dei servizi cimiteriali deliberati nei giorni scorsi dalla Giunta comunale. Un aumento del 32,2% per cento per la concessione dei loculi e l’accensione delle luci votive “necessario per garantire continuità nello svolgimento delle attività ordinarie e straordinarie del cimitero visto l’incremento dei costi per i servizi cimiteriali sostenuti negli ultimi anni in un quadro generale di salvaguardia delle entrate di bilanci”.

In un periodo di grave debolezza economica e, in considerazione del fatto che gli utenti di questo servizio sono tradizionalmente persone anziane e dunque in possesso di un reddito pressoché basso, a molti questa decisione suona quasi come una beffa. E i cittadini, oltre a rimarcare gli obblighi imposti in merito al rispetto delle condizioni igienico-sanitarie, rivendicano una degna sepoltura ai parenti defunti e il sacrosanto rispetto per i morti. 

LEGGI ANCHE | Ancora caos al cimitero di Catanzaro, decine di bare accatastate: “Una vergogna” (FOTO)

LEGGI ANCHE | Terzo mondo al cimitero del quartiere Lido di Catanzaro: obitorio pieno di feretri e cappelle con luci spente

LEGGI ANCHE | Terzo mondo al cimitero del quartiere Lido di Catanzaro: reflui di liquami e odore nauseabondo. “Comune assente”

LEGGI ANCHE | Incendio nella camera mortuaria del cimitero di Catanzaro, le fiamme raggiungono le bare (FOTO)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved