L'Intervista

Il porto di Tropea liberato dalla ‘ndrangheta: “Dopo Rinascita Scott creati 280 nuovi posti di lavoro” (VIDEO)

L’infrastruttura non più ostaggio dei clan dopo le operazioni della Dda. L’amministratore Di Salvo agli imprenditori: "Liberarsi da ogni tipo di condizionamento"

Finalmente è diventato un porto aperto. Libero, almeno per adesso, dal cappio che gli avevano legato al collo le forze oscure del crimine organizzato. Per intenderci quello che fa paura e che opera sul territorio in spregio ad ogni remora morale. Da quando il pool della Distrettuale antimafia ha messo all’angolo gli “ambasciatori” del male, all’interno del porto di Tropea si respira un’aria nuova e non più omertosa.

“Oltre 4 milioni di investimenti e 280 nuovi posti di lavoro”

Per adesso raccontiamo questo senso di liberazione che abbiamo percepito passeggiando, tra i vialetti dello scalo, in compagnia dell’amministratore delegato della Società “Porto di Tropea” Aristide Di Salvo. Tra le banchine tutto è in perfetto ordine. Le imbarcazioni, provenienti da ogni parte del mondo, si lasciano cullare dal leggero moto ondoso. È un piacere per le orecchie abbondanarsi al “respiro “del mare e alle parole liberatorie di Di Salvo che si è lasciato intervistare da Calabria 7. La prima vera intervista liberatoria dopo Rinascita Scott che ha portato in carcere un collaboratore dell’amministratore delegato. “Adesso mi sento più sereno – ha sottolineato il dottore Di Salvo -. Lavoro in un clima di maggiore tranquillità. Da quando è scattata l’operazione Rinascita Scott quasi tutti i giorni sono all’interno del porto per seguire in prima persona i miei collaboratori che stanno dando l’anima per fare del nostro scalo portuale una struttura di primo livello mondiale. Dopo l’amarezza per quello che gli inquirenti hanno accertato durante le investigazioni di Rinascita Scott, adesso posso tirare un sospiro di sollievo perché la Società naviga in acque più tranquille. Negli ultimi 5 anni abbiamo investito oltre 4 milioni e mezzo di euro. Una cifra importantissima che ci ha consentito di creare 280 posti di lavoro tra fissi e indotto”.

Messaggio agli imprenditori: “Liberiamoci da ogni condizionamento”

Il porto di Tropea è dotato di tutti i servizi necessari ad attrarre diportisti da ogni parte del mondo. Lo scorso anno è riuscito ad accogliere giornalmente fino a 650 imbarcazioni. Un numero rilevante che è destinato a crescere per le continue richieste di una clientela di qualità proveniente da oltre oceano. Mentre l’infrastruttura turistica conquistava nel settore del diportismo internazionale nuove fette di mercato, nel borgo più bello d’Italia c’erano persone senza scrupoli che cercavano di affossarla o addirittura impadronirsene. Rinascita Scott, per fortuna, è riuscita a scoperchiare il pericoloso verminaio. “Adesso viaggiamo – ha aggiunto Di Salvo – su binari tranquilli. La paura c’è sempre. Confido nella vicinanza della magistratura e delle forze dell’ordine che mi stanno vicini notte e giorno. Qualsiasi cosa succede dentro e fuori l’infrastruttura lo denuncio subito alla Polizia. Dobbiamo liberarci da ogni condizionamento. Gli imprenditori devono avere il coraggio di rialzare la testa e ribellarsi ad ogni forma di sopruso e violenza. La paura si può vincere facendo il proprio lavoro con onestà e nel rispetto della legalità”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved