Il presidente della Camera di Commercio incontra il vescovo di Catanzaro

L'obiettivo è "fare sistema con le istituzioni per determinare percorsi comuni di sviluppo inclusivo per cittadini e imprese"

Fare sistema con le istituzioni del territorio per determinare percorsi comuni di sviluppo inclusivo per cittadini e imprese, ottimizzando competenze, energie, risorse: con questo intento, il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia Pietro Falbo, nelle visite istituzionali programmate ad avvio del suo mandato, ha incontrato questa mattina l’arcivescovo di Catanzaro-Squillace monsignor Claudio Maniago, considerato, per la sua alta funzione e per il suo specifico osservatorio, un “prezioso e irrinunciabile interlocutore”.

Ascolto reciproco e collaborazione

Ascolto reciproco e collaborazione

L’incontro, tenutosi nella sede dell’Arcivescovado in un clima di “grande sintonia e cordialità”, ha portato alla riflessione su temi di “evidente attualità per famiglie, imprese, comunità”, nella “convergenza di una visione che dà centralità all’uomo e alla sua dignità e alla necessità di reciproco ascolto e collaborazione per affrontare le problematiche del territorio e incoraggiarne la ripresa nel più ampio coinvolgimento di tutte le sue espressioni produttive, sociali ed economiche”.

Valorizzazione del patrimonio culturale e religioso

Falbo, nel cogliere ampia disponibilità dell’arcivescovo Maniago alla collaborazione, ha sottoposto alla sua attenzione alcune idee in cui “poter canalizzare l’azione comune, come l’immaginare percorsi di valorizzazione del patrimonio culturale e religioso per esaltarne il valore intrinseco ma anche per promuovere un turismo settoriale e l’indotto di filiera, e proprio in un territorio caratterizzato da una moltitudine di borghi dalle evidenti e importanti testimonianze religiose”. Proposta che l’arcivescovo ha ben accolto, così come l’altra iniziativa di presentare a breve alla Camera di Commercio a Catanzaro, sede anche di una biblioteca storica, il libro di monsignor Antonio Cantisani, primo arcivescovo di Catanzaro-Squillace, dal titolo ‘Storia della Diocesi di Catanzaro’, “importante perché offre una prospettiva specifica e significativa della città”.

L’istituzione del ‘Museo della Seta’

Non solo, ma in un’”ottica di collaborazione più strutturata anche con il prestigioso Museo Diocesano di Catanzaro diretto da Don Maurizio Franconiere”, Falbo ha proposto a monsignor Maniago di “voler condividere l’istituzione del ‘Museo della Seta’, per esaltare lo storico ruolo di Catanzaro di indiscussa capitale, nei secoli scorsi, del prezioso filato, vocazione richiamata tutt’oggi alla memoria nella denominazione di molti dei suoi quartieri più suggestivi”.

Portato in dono il volume sull’arte della seta

In occasione dell’incontro, Falbo ha voluto portare in dono al vescovo il volume ‘Capitoli, Ordinazioni e Statuti dell’Arte della Seta di Catanzaro’, che rievoca il periodo e l’operosità del territorio in una produzione che, seppur di un tempo, richiama aspetti economici e sociali ampi e contemporanei, quali l’impresa, il lavoro, la formazione, le competenze, ma anche sacrificio, orgoglio e creatività, che rimangono sempre tratti caratteristici della gente di Calabria, fonte preziosa di resilienza per rilanciare sviluppo, economia, benessere diffuso”.

La sensibilità di monsignor Maniago

“L’attenzione e la sensibilità mostrata da monsignor Maniago – ha detto Falbo – sono fonte per noi di grande fiducia ed entusiasmo nella possibilità, che diventa oggi certezza, di poter costruire insieme un cambiamento positivo, reale e tangibile per le imprese e per la comunità. La Chiesa rappresenta una realtà dove si accolgono e si rappresentano le istanze più disparate della collettività e per questo, luogo elettivo di ascolto e riflessione per utile confronto e proficue progettualità condivise. Oggi, con questo incontro, abbiamo gettato le basi di una nuova e fattiva relazionalità che coltiveremo, pertanto, con interesse, riguardo e costanza”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
La denuncia del consigliere regionale e presidente del Gruppo Misto a palazzo Campanella: "E' l'ora di cambiare registro"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved