Calabria7

Il primo No Slot Day in Calabria: “Non scommetto perché mi amo”

Il 30 aprile si svolgerà in Calabria il 1° NO SLOT DAY e le associazioni che aderiscono alla Campagna “METTIAMOCI IN GIOCO” sono in prima linea per la celebrazione dell’evento.

Anche in Calabria il fenomeno del gioco d’azzardo lecito ha raggiunto livelli elevati con gravi ripercussioni sulle famiglie dei giocatori. Con la legge regionale n° 9/2018, la Regione Calabria ha finalmente imposto alcune regole nuove in grado di disciplinare i giochi nel rispetto degli imprenditori del settore e dei giocatori. La nuova legge ha tra l’altro istituito, il NO SLOT DAY da celebrare ogni anno il 30 aprile, al fine di attirare l’attenzione dei cittadini e delle istituzioni sui rischi connessi al gioco d’azzardo. Il 1° NO SLOT DAY sarà celebrato il 30 aprile 2019 con un importante convegno presso la Cittadella Regionale di Catanzaro, di cui si allega la locandina. Le associazioni che aderiscono alla Campagna METTIAMOCI IN GIOCO, nell’esprimere la propria soddisfazione per la legge n° 9/2018, intendono contribuire alla valorizzazione del 1° NO 30 aprile 2019 METTIAMOCI IN GIOCO per il NO SLOT DAY (Legge Regione Calabria n. 9/2018) .

Prima giornata regionale per aumentare la consapevolezza sui fenomeni di dipendenza correlati al gioco d’azzardo lecito per i giocatori e le loro famiglie, nonché sui rischi relazionali e per la salute.

La proposta in breve:
– “Non scommetto perché mi amo”
– Sospendere le attività delle sale giochi dalle 10:30 alle 11:30
– Attuare la legge regionale 9/2018
– Realizzare il piano regionale GAP in modo efficace 

In questo contesto, METTIAMOCI IN GIOCO invita ad un impegno specifico le diverse categorie di soggetti istituzionali ed imprenditoriali ed auspica che possa essere accolto in modo favorevole.

QUALCHE DATO SUL FENOMENO IN CALABRIA

I calabresi nel 2017 (ultimo anno per il quale vi sono dati ufficiali), hanno perso 469 milioni di euro nel variegato mondo del gioco d’azzardo lecito che spazia dalle slot-machine al gratta e vinci. Il valore non include le perdite connesse ai giochi on-line.

Nelle tabelle  sono indicati i valori disaggregati per provincia e quelli riferiti alle 5 città capoluogo. Quanti volessero ottenere i dati del 2017 per il singolo comune, possono chiederli  all’indirizzo calabria@mettiamociingioco.org, oppure rilevarli sul portale internet denominato “L’Italia delle slot 2”, al seguente link https://lab.gedidigital.it/gedivisual/2018/italia-delle-slot-2/.

Le città calabresi si stanno riempendo di sale slot e videolottery in ogni angolo. Nei bar e nei tabacchini la presenza delle slot-machine è sempre più diffusa. Gratta e vinci, lotterie istantanee, giochi on line. Tutto un modo di scommesse legalizzate, operante sotto l’egida dell’Agenzia dei Monopoli di Stato, che sta provocando anche l’impoverimento di molte famiglie, nonché gravi rischi di insorgenza del disturbo da gioco d’azzardo. E’ ormai noto, infatti, che il gioco d’azzardo può provocare disturbi patologici di tipo psichiatrico, tanto che questo è stato inserito nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) che il servizio sanitario deve assicurare ai cittadini.

Da alcuni anni il raggruppamento di associazioni calabresi, che aderiscono alla Campagna METTIAMOCI IN GIOCO, è attivo per sollecitare una presa di coscienza collettiva.

METTIAMOCI IN GIOCO è impegnata, a livello nazionale e regionale, in azioni finalizzate a:
Ridurre l’offerta di giochi d’azzardo leciti;
– Ridurre il numero dei giocatori, nonché i volumi delle giocate;
Offrire assistenza ai giocatori per affrontare le conseguenze sociali ed economiche derivanti dal gioco d’azzardo (il disturbo psichiatrico, l’alterazione dei rapporti familiari, l’isolamento sociale, il sovraindebitamento, il ricorso a finanziamenti usurari);
– Sollecitare le istituzioni nazionali e locali per regolamentare il settore in modo da tutelare la salute dei cittadini;
– Sollecitare i mezzi di comunicazione a dare una corretta e completa informazione sul tema del gioco d’azzardo.

NO SLOT DAY: LA PROPOSTA AI GIOCATORI
Per celebrare in modo significativo il 1° NO SLOT DAY, METTIAMOCI IN GIOCO propone ai giocatori di rinunciare alle scommesse di ogni genere: dal gratta e vinci alle slot-machine, dalle lotterie istantanee alle videolottery. NON SCOMMETTO PERCHE’ MI AMO.

Per alcuni è solo un piccolo passatempo sostenibile, altri si sono già accorti che le perdite sono rilevanti e si vergognano di parlarne in famiglia, altri sono completamente caduti nella patologia. Per tutti l’invito è quello di astenersi, almeno per un giorno, da qualsiasi scommessa e prendersi del tempo per riflettere sul proprio rapporto con il gioco d’azzardo.
NO SLOT DAY: LA RICHIESTA AI GESTORI DEI PUNTI GIOCO

La gestione delle sale gioco può contribuire in modo determinante a ridurre i rischi per i giocatori. Innanzitutto applicando rigidamente il divieto di gioco per i minorenni. Inoltre i gestori sono tenuti a sorvegliare l’utilizzo dei giochi e ad intervenire nel momento in cui rilevano comportamenti a rischio dei giocatori. La richiesta ai gestori è di rispettare in modo scrupoloso i loro “clienti”, affinché questi non cadano nel baratro della patologia da gioco d’azzardo. La proposta ai gestori delle sale in cui si svolgono giochi, è di sospendere le proprie attività legate alle scommesse, dalle 10:30 alle 11:30 del 30 aprile, in concomitanza con il convegno regionale che si svolgerà presso la Cittadella Regionale di Catanzaro. Questo sarebbe un grande segnale di attenzione reale ai rischi connessi al gioco d’azzardo.
Tutti i gestori che intendono aderire alla proposta, sono invitati a segnalarlo a METTIAMOCI IN GIOCO (mail: calabria@mettiamociingioco.org) affinché se ne possa dare ampia diffusione.

NO SLOT DAY: LA RICHIESTA AI SINDACI DELLA CALABRIA
La legge regionale n° 9/2018, art. 16, pone a carico dei comuni l’obbligo di definire le modalità di recepimento sul proprio territorio della legge regionale. Purtroppo, a distanza di un anno, la maggior parte dei comuni calabresi non ha recepito la normativa regionale che prevede:

– l’apertura delle sale slot e l’accensione delle slot machine per un massimo di 8 ore giornaliere;
– la chiusura non oltre le ore 22.00 delle sale da gioco, delle sale scommesse, degli esercizi pubblici e commerciali, dei circoli privati e di tutti i locali pubblici o aperti al pubblico in cui sono presenti o comunque accessibili le forme di gioco a rischio di sviluppare dipendenza previste dalla normativa vigente;
– il limite di accensione giornaliero è fissato fino alle ore 20.00, per le rivendite di generi di monopolio ove siano installate slot machine;
– nei comuni con popolazione superiore a cinquemila abitanti, è vietata la collocazione di apparecchi per il gioco ( slot machine e videolottery ) in locali che si trovano ad una distanza inferiore a cinquecento metri rispetto ai centri di aggregazione sociale (scuole, centri sportivi, chiese ecc). Tale limite, nei comuni fino a cinquemila abitanti, è ridotto a trecento metri.

L’auspicio di METTIAMOCI IN GIOCO è che l’azione sinergica di tutti possa contribuire a celebrare il 1° NO SLOT DAY in modo da ottenere risultati concreti e non meramente formali.

(Fonte Agenzia Dogane e Monopoli)

Prov. di Catanzaro  TOTALE GIOCATE ( in milioni di euro ) –  340,04   TOTALE PERSO ( in milioni di euro )  87,38

Prov. di Cosenza TOTALE GIOCATE  ( in milioni di euro )  –  649,88  TOTALE PERSO  ( in milioni di euro )  160,56

Prov. di Crotone  TOTALE GIOCATE  ( in milioni di euro ) – 121,93  TOTALE PERSO  ( in milioni di euro )   31,14

Prov. di Reggio Calabria TOTALE  GIOCATE  ( in milioni di euro )  – 590,67  TOTALE PERSO  ( in milioni di euro)   149,99

Prov. di Vibo Valentia  TOTALE GIOCATE  ( in milioni di euro )  – 153,88 TOTALE PERSO  ( in milioni di euro ) 39,99

TOTALE CALABRIA  TOTALE GIOCATE ( in milioni di euro ) – 1.856 TOTALE PERSO  ( in milioni di euro )   469,07

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Oliverio: “Al via collegamento Alta Velocità da Sibari a Bolzano”

Mirko

8 Marzo, raccolta sangue Avis a Catanzaro (SERVIZIO TV)

manfredi

Corso Mazzini Catanzaro, partiti lavori nuovi arredi urbani

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content