Calabria7

Il Rende ne prende sei a Viterbo: è crisi nerissima

di Antonio Battaglia – Una squadra di dilettanti allo sbaraglio, niente di più. Per il Rende è davvero notte fonda: pesante 6-1 sul campo della Viterbese e ultimo posto ormai consolidato. Ottava sconfitta in dieci gare e peggior difesa del campionato (ben 22 i gol subiti): cominciano a preoccupare seriamente i numeri negativi dei biancorossi.

Pochissime le idee di gioco tra le file dei ragazzi di Tricarico, attivi solo nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione. I padroni di casa, dalla loro, hanno gestito tranquillamente il match concedendo pochissimi spazi agli avversari. Match subito in discesa per la Viterbese, che al 4′ trova la rete con Atanasov bravo, sugli sviluppi di un corner, a deviare in maniera vincente il pallone in rete.

I laziali sono completi padroni del campo e al 25′ sfiorano il doppio vantaggio, con un palo clamoroso di Bezziccheri. Dopo quattro minuti si intravede un fascio di luce per gli ospiti, ai quali viene fischiato un calcio di rigore per un fallo di Atanasov su Giannotti: dal dischetto va Vivacqua, che spiazza Vitali e riporta in parità la partita.

Come scritto precedentemente, è encomiabile l’ultimo quarto d’ora del primo tempo da parte del Rende, che tiene bene il campo e attacca con convinzione verso la metà campo avversaria. La ripresa è un assolo gialloblu: dopo tre minuti, Sibilia va a segno dopo la traversa di De Giorgi con un preciso colpo di testa. Passano poco meno di dieci minuti e, di fronte ad un Rende praticamente assente dal campo, la Viterbese va sul 3-1: Tounkara conduce in contropiede e, con la complicità di Savelloni, allunga il parziale.

La partita è ormai in cassaforte e i biancorossi lasciano libera manovra ai padroni di casa, che dilagano con Tounkara prima, aiutato ancora da un’indecisione clamorosa del portiere avversario, e Bezziccheri poi. La goleada della Viterbese si chiude all’89’ con la sesta rete del giovane Simonelli. La salvezza sembra ormai un miraggio, il Rende paga un progetto societario scadente e si avvia inesorabilmente alla retrocessione.

Redazione Calabria 7

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Agguato in pieno giorno a Sibari ma nessuno sa niente

Mirko

Sospesi ricoveri pneumologia Castrovillari, Aipo: decisione irrazionale

manfredi

Cosenza, dal 3 al 7 dicembre “5 Giorni di Musica contro le mafie”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content