Imprenditoria femminile: da Lagos a Castrovillari, il percorso di indipendenza della nigeriana Gloria Elliot

È arrivata in Italia su un barcone nel 2016. La sua è fra le 7 attività di cittadini stranieri nate in Calabria grazie al progetto PIU Supreme Resto in Campo

Ha occhi grandi e pieni di determinazione Gloria Elliot, arrivata in Italia nel 2016 su un barcone e accolta, un anno dopo, dal progetto del Comune di Castrovillari gestito da CIDIS Impresa Sociale ETS. Lei, insieme al marito Stanley e alla figlia Precious di appena un anno, sono il primo nucleo familiare accolto nel progetto di accoglienza castrovillarese, un percorso che l’ha portata a creare una sua indipendenza attraverso l’apertura di Gloria’s Afro Minimarket, un negozio di cosmesi e cibo dal mondo che inaugurerà venerdì 23 febbraio alle ore 19:00 in via Mazzini 16 a Castrovillari.

PIU Supreme Resto in Campo

PIU Supreme Resto in Campo

La sua è fra le sette attività imprenditoriali nate dai sogni di alcuni cittadini stranieri che vivono in Calabria e oggi rese possibili grazie al progetto PIU Supreme Resto in Campo di cui CIDIS è partner. Nicoletta Bellizzi ha seguito l’avvio d’impresa per sostenerla passo a passo nell’apertura del nuovo punto vendita dove sarà possibile trovare prodotti per la cura del corpo e dei capelli e cibi freschi e confezionati dal mondo.

“Gloria – spiega Bellizzi – ha sempre sognato di aprire un’attività tutta sua che potesse valorizzare i prodotti culinari e cosmetici della sua terra di origine e di altri Paesi del mondo. La possibilità di ricevere supporto ha rappresentato per lei un incoraggiamento a investire sulla sua idea imprenditoriale. La storia di Gloria dimostra che si possono innescare processi in cui l’auto-impiego diventa sinonimo di un’emancipazione per persone che hanno dovuto abbandonare la propria terra e che sono spesso vittime di doppia discriminazione, in quanto donne e cittadine straniere.”

Dalla Nigeria all’Italia

Gloria nasce a Lagos in Nigeria e, dopo aver conosciuto quello che diventerà suo marito, si trasferisce in Benin. Nasce il primogenito da cui si dovranno separare perché costretti ad abbandonare il paese. Dopo un periodo in Libia, Stanley viene aggredito e, trovandosi in una situazione di pericolo, decide insieme a Gloria di tentare insieme la traversata del Mediterraneo.

Approdano a Lampedusa prima, per poi essere trasferiti a Perugia dove a marzo del 2016 nasce la seconda figlia, Precious. Nel 2017 si trasferiscono a Castrovillari, nasce il terzo figlio, Richard, e seguono un percorso di accoglienza nello SPRAR – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati di Castrovillari, oggi SAI Sistema di accoglienza e integrazione. Il progetto si chiama Mar’haba – dall’arabo “benvenuto”, una parola accogliente rivolta a tutte le persone che arrivano in Italia con la consapevolezza di ricominciare, ma anche un monito di inclusione per oltrepassare le barriere e i muri degli stereotipi, della paura dell’altro e dei pregiudizi.

Nel suo paese Gloria era parrucchiera, ma i titoli e la sua professionalità non sono riconosciuti in Italia, come avviene per la maggior parte dei cittadini extra comunitari. Di conseguenza, finiscono spesso per vedersi proporre esclusivamente ruoli di subordinazione, faticosi e denigranti, a discapito delle proprie expertise. Oggi, dopo sette anni nella cittadina del Pollino, e l’aver appena conseguito la patente di guida in soli quattro mesi, Gloria si fa coraggio e intraprende la via dell’autoimprenditorialità per crearsi nuove prospettive future per sé stessa e la sua famiglia.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved