In 400 a Catanzaro per difendere i mille posti all’Abramo Customer Care: “Lavoro e dignità”

Il corteo ha raggruppato e riunificato tre gruppi di lavoratori partiti dalle sedi di Settingiano, Crotone e Montalto Uffugo

“Il lavoro ci vitalizza, l’incertezza ci mortifica, la protesta ci unisce”. Uno striscione dice tutto e spiega con poche parole cosa c’è dietro la protesta di lavoratori e delle lavoratrici dell’Abramo Customer Care che oggi si sono ritrovati a Catanzaro tutti insieme. In testa al corteo diretto verso la sede Tim del capoluogo di regione, oltre ai rappresentanti sindacali, c’era anche il sindaco di Crotone Vincenzo Voci. Solidarietà anche dal primo cittadino di Catanzaro, Nicola Fiorita presente al presidio di protesta dei lavoratori.

Il corteo ha raggruppato e riunificato tre gruppi di lavoratori partiti dalle sedi di Settingiano, Crotone e Montalto Uffugo. La mobilitazione, alla quale hanno partecipato circa 400 dei mille lavoratori della Abramo Customer Care, è stata promossa da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni per richiamare l’attenzione anzitutto delle istituzioni, in primis il governo, e poi della Tim sul concreto rischio che oltre mille lavoratori calabresi finiscano a spasso a causa della crisi complessiva del settore dei call center e della fine delle commesse per la Abramo Customer care. A fine giugno infatti scade anche l’ultima proroga del contratto con la Tim e dunque il futuro per i lavoratori è pieno di incertezze, di tensioni e di preoccupazione. A chiedere l’urgente convocazione del tavolo nazionale anche i leader di Cgil. Cisl e Uil Landini, Sbarra e Bombardieri.

Il corteo ha raggruppato e riunificato tre gruppi di lavoratori partiti dalle sedi di Settingiano, Crotone e Montalto Uffugo. La mobilitazione, alla quale hanno partecipato circa 400 dei mille lavoratori della Abramo Customer Care, è stata promossa da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Telecomunicazioni per richiamare l’attenzione anzitutto delle istituzioni, in primis il governo, e poi della Tim sul concreto rischio che oltre mille lavoratori calabresi finiscano a spasso a causa della crisi complessiva del settore dei call center e della fine delle commesse per la Abramo Customer care. A fine giugno infatti scade anche l’ultima proroga del contratto con la Tim e dunque il futuro per i lavoratori è pieno di incertezze, di tensioni e di preoccupazione. A chiedere l’urgente convocazione del tavolo nazionale anche i leader di Cgil. Cisl e Uil Landini, Sbarra e Bombardieri.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
Accolto l'appello della difesa. Nessuna pericolosità sociale: "non esistono elementi da cui desumere l'appartenenza alla 'ndrangheta"
Buone notizie dall'occupazione: è aumentata anche nel 2023, sia nella componente autonoma sia per quella alle dipendenze
E' stato bloccato dalla polizia mentre vagava in una zona di campagna. Si trova in stato di fermo negli uffici del commissariato
Il fatto è accaduto a Capistrano, nel Vibonese e per fortuna il conducente ha riportato solo un leggero trauma cranico
Ispezione dell’Ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera di Soverato. Elevate sanzioni amministrative
Operazioni concluse dalla sezione di pg dei carabinieri della Procura di Catanzaro, dai colleghi di Soverato e dalla Guardia costiera
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved