In Calabria 349 procedimenti per reati contro gli animali nel 2022: sono 207 gli indagati (I DATI)

I dati arrivano dal Rapporto Zoomafia 2023, redatto dal responsabile dell’Osservatorio Zoomafia della LAV: ecco i numeri per ogni Procura

In Calabria nel 2022 sono stati registrati 349 procedimenti per reati contro gli animali (circa il 3,86% di quelli nazionali), con un tasso di 17,75 procedimenti ogni 100.000 abitanti e 207 indagati (circa il 4,44% di quelli nazionali), con un tasso di 10,53 indagati ogni 100.000 abitanti. 
Rispetto al 2021, nell’ambito territoriale di 10 Procure calabresi su 10 che hanno fornito dati sia per il 2021 che per il 2022, si riscontra una diminuzione del -7,14% del numero dei procedimenti penali per reati a danno di animali, e del -27,88% del numero degli indagati.  
I dati arrivano dal Rapporto Zoomafia 2023, redatto da Ciro Troiano, criminologo e responsabile dell’Osservatorio Zoomafia della LAV, alla sua ventiquattresima edizione, che analizza lo sfruttamento illegale di animali ad opera della criminalità nel 2022e ha il patrocinio della Fondazione Antonino Caponnetto. 
I dati del Rapporto Zoomafia 2023 relativi alla Calabria confermano le preoccupazioni per le attività illegali a danno di animali già espresse nei precedenti Rapporti Zoomafia. Corse clandestine di cavalli, combattimenti tra cani, macellazioni clandestine, bracconaggio organizzato, traffico di fauna selvatica, pesca di frodo: sono alcuni dei crimini contro gli animali registrati nel corso degli anni in Calabria.   

I dati delle Procure   

L’Osservatorio Nazionale Zoomafia LAV ha chiesto alle Procure Ordinarie e a quelle presso i Tribunali per i Minorenni i dati relativi al numero totale dei procedimenti penali sopravvenuti nel 2022, sia noti che a carico di ignoti, e al numero di indagati per reati a danno di animali.  Per la Calabria le risposte sono arrivate da tutte le 10 Procure Ordinarie e dalle due Procure Minorili.  Questo il quadro dettagliato:  

Castrovillari: in totale nel 2022 sono stati registrati 12 procedimenti con 7 indagati. Mancano i dati del 2021 per un raffronto. 

Catanzaro: in totale nel 2022 sono stati registrati 46 procedimenti con 28 indagati. Rispetto al 2021, i procedimenti sono diminuiti del -36,11% passando da 72 a 46, mentre il numero degli indagati è aumentato del 55,55% circa, passando da 18 a 28. 

Cosenza: in totale nel 2022 sono stati registrati 55 procedimenti con 32 indagati. Rispetto al 2021, i procedimenti sono diminuiti del -23,61% passando da 72 a 55, mentre il numero degli indagati è aumentato del 10,34% circa, passando da 29 a 32.  

Crotone: in totale nel 2022 sono stati registrati 24 procedimenti con 8 indagati. Rispetto al 2021, i procedimenti sono aumentati del 33,33% passando da 18 a 24. Stressa percentuale di aumento per il numero degli indagati che sono passati da 6 a 8.  

Lamezia Terme (CZ): in totale nel 2022 sono stati registrati 25 procedimenti con 21 indagati. Rispetto al 2021, i procedimenti sono diminuiti del -21,87% passando da 32 a 25, mentre il numero degli indagati è diminuito del -38,23% circa, passando da 34 a 21.  

Locri (RC): in totale nel 2022 sono stati registrati 25 procedimenti con 7 indagati. Rispetto al 2021, i procedimenti sono aumentati del 19,04% passando da 21 a 25, mentre il numero degli indagati è diminuito del -46,15% circa, passando da 13 a 7. 

Palmi (RC): in totale nel 2022 sono stati registrati 56 procedimenti con 42 indagati. Rispetto al 2021, il numero dei procedimenti è aumentato del 47,36% passando da 38 a 56, mentre il numero degli indagati è aumentato del 7,69% passando da 39 a 42.  

Paola (CS): in totale nel 2022 sono stati registrati 10 procedimenti con indagati 3 indagati, mancano i dati del 2021 per un raffronto. 

Reggio Calabria: in totale nel 2022 sono stati registrati 58 procedimenti con 38 indagati. Rispetto al 2021 i procedimenti sono diminuiti del -15,94% passando da 69 a 58, mentre il numero degli indagati è diminuito del -66,66% circa, passando da 114 a 38. Il numero degli indagati è diminuito così tanto perché nel 2021 fu registrato un procedimento per competizioni non autorizzate di animali, art. 544quinquies c.p., con 69 indagati che fece aumentare molto la media. 

Vibo Valentia: in totale nel 2022 sono stati registrati 36 procedimenti con 18 indagati. Rispetto al 2021 i procedimenti sono aumentati del 28,57% passando da 28 a 36, mentre il numero degli indagati del 12,5% circa, passando da 16 a 18. 

Per quanto riguarda la Giustizia minorile, nel 2022, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria sono stati registrati 2 procedimenti con 3 indagati per maltrattamento di animali; mentre a quella di Catanzaro non sono stati aperti fascicoli per i reati presi in esame in questa analisi.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Unico evento pubblico di Carnevale a Catanzaro, era inizialmente previsto per l'11 febbraio ma è stato rinviato a causa del cattivo tempo
La delegazione dei manifestanti ha portato al Vaticano la mucca Ercolina e un trattore da dare in dono al Pontefice
I vigili del fuoco sono al lavoro ininterrottamente. Annunziato lo sciopero nazionale di due ore indetto da Cgil e Uil per le morti sul lavoro
I malviventi hanno messo fuori uso le telecamere per rubare il patrimonio pubblico, provocando un danno di 80 mila euro
L'azzurro ha battuto in finale Alex De Minaur. Sarà il primo italiano a spingersi così in alto da quando esiste il ranking computerizzato nel tennis maschile
La presenza dell'arcivescovo al convegno "No all’autonomia differenziata, Si all’Italia unita dei Comuni” non è piaciuto al partito di Salvini
Il volontario 41enne regala sorrisi ai piccoli pazienti oncologici. Ha ricevuto la benedizione del Pontefice per lettera, ma lo vuole vedere di persona
“E se neanche gli arredi sono dignitosi, immaginiamo cosa accade nei settori più importanti!”, sostiene il consigliere regionale
Geograficamente la quantità di sanzioni si concentra di più a Nord, dove si paga l'84,3% dei verbali; solo il 15,7% è fra Sud e Isole
Il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria ha accolto la tesi della difesa. La casa di cura era stata accusata per smaltimento illecito di rifiuti sanitari pericolosi
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved