Calabria7

In coma dopo la nascita della figlia: la vede per la prima volta dopo due anni

Cristina Rosi torna a casa e per la prima volta dopo due anni potrà incontrare la piccola Caterina, la figlia che non ha mai visto nemmeno alla nascita perché lei era in coma e i medici erano riusciti a salvarla per miracolo. E’ quanto riporta fanpage.it. Si chiude così un cerchio nella difficilissima vicenda della trentenne di Arezzo finita in coma nel luglio del 2020 a causa di un arresto cardiaco al settimo mese di gravidanza. Un malore improvviso che ha causato conseguenze gravissime sia a lei che alla bambina. I medici erano riusciti a salvarla ma la giovane mamma era rimasta in coma mentre i sanitari facevano venire al mondo la piccola che portava in grembo con un taglio cesareo d’urgenza. Dopo la nascita, la piccola Caterina ha continuato le cure con l’aiuto di specialisti e del papà mentre la mamma è rimasta per oltre un anno in coma in una clinica specializzata nelle terapie neurologiche in Austria dove era stata trasferita grazie alla generosità di tanti che hanno donato attraverso una campagna di raccolta fondi.

Cristina Rosi tornerà nella sua casa di Monte San Savino per qualche ora domenica prossima. Un momento di allegria dopo un lunghissimo calvario e che si spera sia solo il primo di una lunga serie. “Serve tempo ma la situazione è migliorata” ha spiegato il marito Gabriele Succi. Per ora infatti Cristina resterà ancora nella clinica specializzata di Arezzo che la sta seguendo dal suo rientro in Italia in attesa del definitivo rientro a casa.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La sonda Solar Parker “tocca” il Sole, è la prima volta nella storia (VIDEO)

Mirko

Tempesta di grandine in autostrada, centinaia di auto distrutte

Antonio Battaglia

Carlo Conti annuncia sui social: “Purtroppo sono positivo al Coronavirus”

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content