Calabria7

In fiamme pontile che porta a sito archeologico in provincia di Cosenza

In fiamme il pontile in legno che conduce alla Tomba Brettia, in località Salto a Cariati, nel Cosentino. “Atteggiamenti e comportamenti del genere, che qualcuno pensa di poter destinare al Sindaco o all’Amministrazione Comunale pro-tempore non fanno altro che danneggiare se stessi e la comunità intera. Perché sono da ostacolo all’impegno che con il mondo dell’associazionismo si porta avanti e rappresentano il segnale della scarsa sensibilità e consapevolezza, per fortuna di pochi, intorno ad un patrimonio culturale che andrebbe invece tutelato, valorizzato e fatto conoscere”. È quanto fa denuncia il sindaco Filomena Greco condannando con fermezza il vile gesto, nel caso dovesse essere confermata la matrice dolosa”.

Tomba Brettia

“Maggiore responsabilità, senso civico e rispetto degli spazi comuni. Continuiamo a ritenere – aggiunge il Primo Cittadino – che ognuno per la propria parte possa fare tanto per rendere migliore la vivibilità della nostra cittadina, attraverso piccoli e semplici attenzioni. Iniziando ad esempio a raccogliere le deiezioni quando portiamo i nostri amici a quattro zampe a passeggio; a conferire correttamente i rifiuti negli appositi spazi; a denunciare l’abbandono di immondizia nelle aree verdi sono piccoli ma grandi contributi che possiamo offrire per la crescita della nostra comunità”. Per spegnere l’incendio propagatosi lunedì 20 settembre è stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco. È possibile usufruire di un’arteria alternativa, in attesa che la percorribilità del pontile sia ripristinata a beneficio dei terreni agricoli circostanti e della fruizione del sito archeologico che ospita l’importante tomba a blocchi di pietra arenaria risalente al 300 a.C., rinvenuta nel 1978 ed il cui corredo funebre è custodito nel Museo archeologico Nazionale della Sibaritide.  

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Fucili, pistole e droga nascosti in fondi agricoli, 3 deferimenti

Mirko

Confiscati beni per 230mila euro a presunto appartenente alla ‘ndrangheta

Mirko

Sila, “Il lupo é cattivo solo nelle favole”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content