Calabria7

Incendiata l’auto di un consigliere comunale a Scalea, indagini in corso

consigliere scalea

Nella notte l’auto del consigliere di maggioranza con deleghe all’urbanistica, viabilità e patrimonio del Comune di Scalea, Giuseppe Angona, è andata a fuoco. Ignoti sono entrati nel cortile della sua abitazione e hanno appiccato il rogo. Il mezzo non è stato distrutto dalle fiamme grazie all’intervento tempestivo dei figli del consigliere i quali, vedendo l’incendio, hanno allertato i Vigili del Fuoco che sono giunti tempestivamente sul posto. Indagini al vaglio dei carabinieri della stazione locale. Dal sindaco di Scalea, Giacomo Perrotta, e dall’intera Giunta comunale, molteplici i messaggi di solidarietà. Giuseppe Angona è un tecnico comunale in pensione prestatosi, per la prima volta, alla politica.

“Gesti beceri e vili”

“Per la seconda volta in breve tempo – ha dichiarato il primo cittadino – mi trovo a dovere prendere le distanze da gesti beceri”. Nella notte tra il 20 e il 21 marzo una bottiglia con liquido infiammabile e un accendino erano stati lasciati davanti al cancello dell’abitazione dell’assessore Luigi Russo. “L’intera amministrazione e tutta la città – ha concluso Perrotta – si stringono attorno al capogruppo di maggioranza, condannando fermamente questo gesto. Abbiamo piena fiducia nell’operato delle forze dell’ordine affinché si faccia chiarezza sul vile gesto”.

“Vicinanza e solidarietà al consigliere comunale di Scalea, Giuseppe Angona, per il vile atto intimidatorio subito. Il lavoro dei sindaci e dei consiglieri nei comuni è prezioso. Sono convinto che Angona continuerà a impegnarsi con grande dedizione per la sua comunità”. Così, in un post su Facebook, il Senatore di Italia Viva, Ernesto Magorno. (Foto d’archivio)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rinascita Scott, Pittelli in aula: “Descritto come un Lucifero e un massone che aggiusta processi”

Mimmo Famularo

Agguato mortale a De Fazio, ricercato un imprenditore

Giovanni Bevacqua

Sequestrato centro raccolta rifiuti a Cutro, denunciato amministratore

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content