Incendio a Catanzaro, il mistero dei cartoni accatastati nel soggiorno dell’abitazione

Nel frattempo Vitaliano e Antonello, ricoverati al Pugliese, sono stati estubati: gli inquirenti attendono l'ok dei medici per ascoltare la loro testimonianza
incendio catanzaro

Proseguono incessanti le indagini dei carabinieri, coordinate dalla procura di Catanzaro, sulle cause scatenanti il terribile incendio che nella scorsa settimana ha sterminato mezza famiglia nel quartiere Pistoia di Catanzaro causando la morte di Saverio, Aldo e Mattia, i tre fratelli di 22, 16 e 12 anni, intrappolati tra le fiamme che non hanno dato loro scampo. Esclusa la fuga di gas, non ancora quello di un guasto all’impianto elettrico, gli inquirenti stanno valutando con attenzione diverse ipotesi. Dagli accertamenti eseguiti nell’abitazione teatro del rogo mortale, emerge un particolare inquietante: è stato infatti individuato un punto del soggiorno dove sarebbero stati accatastati alcuni cartoni e da lì probabilmente l’incendio si sarebbe diffuso al resto della casa. Nei giorni scorsi, inoltre, il Sis dei Carabinieri aveva ritrovato, e posto sotto sequestro, diverse mazzette di banconote – in buona parte carbonizzate – del valore di migliaia di euro.

Si attende l’ok dei medici per sentire Vitaliano e Antonello

Si attende l’ok dei medici per sentire Vitaliano e Antonello

Restano intanto ricoverati in ospedale gli altri quattro componenti della famiglia gravemente feriti nel rogo. In costante miglioramento le condizioni del padre Vitaliano e del figlio di 16 anni Antonello, che si trovano nel reparto di Rianimazione del Pugliese e nelle scorse ore sono stati estubati. Gli inquirenti attendono l’ok dei medici per ascoltare la loro testimonianza al fine di raccogliere elementi utili a ricostruire un quadro che si fa sempre più complesso e variegato.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved