Calabria7

Inceneritore, no all’ampliamento dell’impianto Calme (SERVIZIO TV)

di Carmen Mirarchi

In Cittadella regionale conferenza dei servizi per discutere dell’ampliamento della Calme Spa. Il comitato contrario a questo progetto ha accompagnato il sindaco di Marcellinara Vittorio Scerbo che è stato l’unico primo cittadino del comprensorio convocato per discutere dell ‘ argomento.

Il progetto della Calme è quello di ampliare la capacità di valorizzazione energetica CSS  bell ‘ impianto di produzione Clinker di Marcellinara.
Il Comitato contrario all ampliamento del coincenerimento sala Calme non ci sta e spiega che ci sono documenti che dimostrano che “tutti gli inceneritori producono nano polveri. La Calme Spa  – dicono – svolge attività altamente inquinanti e l’ampliamento sarebbe la fine  causando un danno ambientale enorme.  Troppi i falsi muri sul co- incenerimento del combustibile solido secondario nei cementificio.

Bruciare i rifiuti nei cementifici va contro i principi europei,  l’uso dei rifiuti nei cementifici ha effetti dannosi per la salute e per l ‘ ecosistema,  Il cemento prodotto usando i rifiuti va contro i principi europei” spiega il Comitato.
La soluzione per il Comitato è quello di riciclare il che sarebbe un vantaggio economico in quanto si crea così qualcosa da riutilizzare.
Il Comitato contro l’ampliamento richiesto dalla Calma Spa spera in una conferenza dei servizi alla presenza di tutti i sindaci che come Scerbo di sono detto contrari agli inceneritori.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Soverato, grande successo per la Rotary Cup

Mirko

Sanità, D’Ippolito (M5S): “Tagliati tentacoli politica”

manfredi

Catanzaro, Maggioranza: “Opposizione girerà un film, Gli Spietati”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content