Calabria7

Inchiesta Platone, TdL rimette in libertà i Greco di Cariati

Non corruzione ma abuso d’ufficio. Con questa motivazione il Tribunale della Libertà di Catanzaro venerdì sera ha derubricato il reato contestato al sindaco di Cariati Filomena Greco.

Pertanto la Greco si è vista revocare gli arresti domiciliari tramutati nel divieto di dimora. Stessi provvedimenti per gli altri due indagati, il fratello Saverio Greco e l’impiegato comunale Giuseppe Fanigliulo i quali non potranno esercitare la propria professione.

In liberta anche Cristofaro Arcovio, rappresentante della Ecology Green, rimasto impigliato nella maglie dell’inchiesta Platone della Procura di Castrovillari diretta da Eugenio Facciolla.

Il 27 marzo scorso l’operazione aveva portato agli arresti, a 11 denunce ed al sequestro di un fabbricato abusivo da parte della Guardia di finanza.

Un filone di indagini riguarda l’appalto dei rifiuti, un secondo il permesso a costruire in sanatoria ad un gruppo imprenditoriale di cui fa parte il fratello del sindaco.

Soddisfatti i legali dei Greco Vincenzo Belvedere e Giuseppe Labonia.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Basso Profilo, cade per Truglia l’aggravante mafiosa ma resta ai domiciliari

Mirko

Spara al cane del vicino: una denuncia nel Catanzarese

Matteo Brancati

Furto e commercio illegale di legname nel Cosentino: denunciato titolare ditta boschiva

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content