Inchiesta sugli appalti “truccati” al Comune di Nicotera, indagati due dipendenti: ecco le accuse

Le indagini coordinate dalla Procura di Vibo e condotte sul campo dagli uomini della Digos in servizio alla Questura. Tutto è partito da un esposto
nicotera

Gli uomini della Digos della Questura di Vibo Valentia, nell’ambito di un’indagine diretta dalla Procura di Vibo Valentia, hanno notificato due avvisi di conclusione indagine nei confronti di altrettanti dipendenti del Comune di Nicotera, nei cui confronti sono stati ipotizzati i reati di abuso d’ufficio e falso in atto pubblico.

Le ipotesi accusatorie

Il procedimento trae origine da un esposto presentato alla Questura di Vibo Valentia per fatti risalenti agli anni 2020-21 e 2022, riguardanti l’aggiudicazione di gare di appalto, bandite dal medesimo comune, per l’affidamento di lavori anche di importi consistenti e ha coinvolto due dipendenti comunali. L’indagine, iniziata nel gennaio 2023, ha portato all’emersione di un consolidato meccanismo per l’affidamento di lavori pubblici utilizzando la procedura della somma urgenza. Infatti, dalle verifiche condotte dagli investigatori della Digos, emergerebbe che la stazione appaltante del Comune in questione, ha fatto ricorso all’istituto della somma urgenza in maniera surrettizia al solo fine di eludere le gare ad evidenza pubblica.  

Diritto alla difesa

 All’esito di questa intensa attività di indagine la Procura vibonese ha contestato ai due dipendenti comunali i reati abuso d’ufficio e falso in atto pubblico. L’avviso di conclusione indagini notificato, è un atto dovuto per consentire, a chi è sottoposto a indagine, la facoltà di nominare un difensore di fiducia e del diritto di visionare ed estrarre copia di tutti gli atti di indagine. I due dipendenti avranno ora venti giorni di tempo per chiedere eventualmente di farsi interrogare dal pm o produrre memorie difensive.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Lo scenario prefigurato dal docente Unical che estende il problema a tutto il Paese: "Lo Stato rischia di fallire"
l'inviato
In 200 vivono nel totale degrado in uno degli angoli più nascosti della tanto osannata Perla del Tirreno. Mezzo secolo di promesse e mancate risposte
Si tratta di due migranti di circa 30 anni, accusati di reati contro il patrimonio e la persona
Ceraso: “Oggi la mia gente ha dimostrato di non avere paura, sono orgoglioso di essere il loro sindaco”
Per ricostruire la dinamica dell'incidente sono intervenuti i carabinieri e gli ispettori dell'azienda sanitaria locale
Il racconto di un uomo di 56 anni sopravvissuto perché ha ricevuto microbiota fecale e fegato
La decisione del preside dell'Istituto Munari di Crema fa discutere ed è diventata un caso politico
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved