Calabria7

Incidenti pedoni-bici a Cosenza, interviene la Fiab

“Possibilità di chiudere alle biciclette l’isola pedonale cittadina, su Corso Mazzini, dopo alcuni incidenti avvenuti tra bici e pedoni.” La Fiab, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta – Cosenza Ciclabile, interviene su uno dei temi di cui si sta discutendo a Cosenza.

“Grazie alle nuove infrastrutture, la ciclopolitana (su cui ci l’imminente istituzione del bike sharing e il notevole incremento dei ciclisti che quotidianamente percorrono le strade della nostra città, Cosenza sta incominciando il suo cammino verso la ciclabilità. Come tutti gli inizi – scrive la Fiab, in una nota a firma di Marcello Carbone – i problemi sono tanti, ma riteniamo che siano risolvibili con l’impegno di tutti”. La Fiab fa delle proposte concrete, che vanno dall’istituzione delle “zone 30”, in cui la velocità massima è appunto quella di 30 km all’ora, alla sperimentazione della condivisione delle corsie preferenziali dei bus con i ciclisti. Ma anche vietare categoricamente la circolazione nelle aree pedonali da parte delle “bici” a motore, da non confondere con quelle a pedalata assistita: le bici a motore elettrico sono veicoli che senza la pedalata possono proseguire con l’acceleratore.

Infine, “su Corso Mazzini valutata l’alta presenza di pedoni in alcune ore del giorno e alcuni giorni della settimana apporre una segnaletica” – si legge nella nota – che ricordi che il codice della strada all’articolo numero 7 specifica che “nei momenti ad alta densità di pedoni è necessario condurre il velocipede a mano”. “Inoltre, noi proponiamo – continua il comunicato – una serie di regole comportamentale per i ciclisti, sempre sul corso Mazzini cioè la velocità non deve superare i 5 km orari, insomma condurre la bicicletta a passo d’uomo, proseguire sul corso al centro della carreggiata evitare di percorrere con la bicicletta i lati rasenti l’ingresso dei negozi e degli stabili, vietato zigzagare e fare gincane sul corso”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regionali, M5s chiude campagna elettorale: “E’ l’ora del riscatto”

Matteo Brancati

Coronavirus in Calabria, 193 nuovi casi e 4 decessi nelle ultime 24 ore

bruno mirante

Omicidio Chindamo, il fratello Vincenzo: “Stanotte non ho dormito, vogliamo la verità”

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content