Calabria7

Cosenza, incomincia la lunga corsa per Palazzo dei Bruzi

cosenza carte identità

Tra quasi un anno si voterà per il nuovo sindaco di Cosenza. I motori delle candidature per Palazzo dei Bruzi si stanno ancora scalando. Qualcuno avanza timide proposte ma il bello deve ancora venire.

Occhiuto non sarà ricandibile per Palazzo dei Bruzi

L’attuale sindaco Mario Occhiuto non potrà ricandidarsi a sindaco di Cosenza perché la legge pone lo stop dopo due mandati. Al momento, da quella parte politica che vinse le elezioni, non c’è nessun movimento ufficiale.

O meglio, qualche tempo fa, fu proprio Mario Occhiuto ad ipotizzare Jole Santelli come la persona che avrebbe preso il suo posto nella tornata elettorale del 2021 per Palazzo dei Bruzi.

Dichiarazioni che oggi appaiono lontane anni luce. Anche a pensare a tutto il balletto per la candidatura alla presidenza regionale 2020 che vedeva Occhiuto lanciatissimo ma poi stoppato da Salvini e sorpassato da quella che era il suo vicesindaco e oggi guida la giunta regionale.

Ma, a detta dei protagonisti dell’epoca, le ruggini sono chiarite e sorpassate.

Due certezze dunque: Occhiuto non si potrà candidare per essere ancora sindaco e la Santelli non lo sarà di certo.

Futuro lontano da Palazzo dei Bruzi?

Del futuro di Occhiuto ancora non se ne parla. Il diretto interessato ha smentito due delle ipotesi che sono circolate su di lui in questi giorni. Una è quella che lo voleva alla guida di una lista che entrerebbe facilmente in consiglio comunale con lui capogruppo a Palazzo dei Bruzi. Ma l’attuale primo cittadino ha smentito seccamente.

L’altra invece è la pista di chi ha visto nell’accelerata di Occhiuto e Manna per la città unica, un’occasione per l’attuale inquilino del Comune di Cosenza di essere il primo sindaco della nuova realtà urbana.

Occhiuto non ha né smentito e né confermato ma, facendo due calcoli alla mano, i tempi per la fusione e le nuove elezioni dovrebbero essere molto rapidi in vista delle amministrative 2021. Staremo a vedere.

Lega e Fratelli d’Italia

Non è per nulla scontato che il candidato del centrodestra venga dall’area di Forza Italia. La Lega, il cui leader Salvini stoppò proprio nella sua visita a Cosenza la cavalcata di Occhiuto verso Germaneto, ha come il partito regionale due anime. Una vicina a Occhiuto (leggi fratelli Granata), e una ben lontana da lui.

Non vanno sottovalutati poi i nuovi ingressi di Fratelli d’Italia con i meloniani che hanno imbarcato la famiglia Morrone. E se parliamo di famiglie, alle amministrative di Cosenza non si possono fare i conti senza Pino e Tonino Gentile.

consiglio comunale palazzo dei bruziIl nome è nell’attuale giunta di Palazzo dei Bruzi?

L’assessore ai quartieri e alla manutenzione Francesco De Cicco, non molto tempo fa, ha manifestato la propria aperta ambizione a candidarsi a sindaco di Cosenza e con ben 11 simboli civici che sarebbero pronti a sostenerlo.

L’obiettivo di De Cicco è di puntare sul civismo e sul suo attivismo nei quartieri popolari. Bisognerà fare i conti però, al momento giusto, con la politica che vorrà dire la sua.

L’altro assessore che potrebbe essere in odore di candidatura è Rosaria Succurro, delegata alla Comunicazione e al marketing territoriale. Alle ultime regionali era collocata in una lista della Santelli di ispirazione occhiutiana e, pur non essendo stata eletta, ha avuto un buon consenso.

Ipotesi Ambrogio?

Non è un mistero che Rosaria Succurro sia sposata con il consigliere eletto nelle fila della minoranza Marco Ambrogio.

Tornato a Palazzo dei Bruzi anche con quella parte di Pd che guardava a Renzi, non ha mai aderito al progetto di Italia Viva e spesso è stato una stampella per l’amministrazione Occhiuto finendo nel mirino dei consiglieri di minoranza con cui è stato eletto.

Marco Ambrogio, nel recente passato, non ha mai apertamente dichiarato la propria voglia di candidarsi a sindaco. Il tempo ci dirà se lo scenario è possibile.

Il centrosinistra guarda a Palazzo dei Bruzi

A sentire il commissario provinciale Marco Miccoli, all’inaugurazione della nuova sede del partito, il Partito democratico ha l’obbligo di guardare alla guida di Palazzo dei Bruzi per il dopo Occhiuto.

Ancora però un dibattito all’interno del Pd non è iniziato perché si vuole aspettare l’esito delle amministrative di settembre e il tesseramento per fare una conta interna che si divide in chi segue la linea di Zingaretti e chi fa capo alla fazione guidata da Nicola Adamo.

Miccoli non ha escluso un dialogo con i Cinque stelle e non ha escluso le primarie interne o di coalizione se non ci sarà un nome autorevole proposto dal Pd.

Alle ultime amministrative ci fu il grande sacrificio del consigliere regionale Carlo Guccione dopo il passo indietro del manager delle star Lucio Presta, dovuto a motivi familiari.

C’è chi ancora pensa di poter lanciare nuovamente il nome di Lucio Presta nella corsa (che non ha mai nascosto il disappunto per l’operato di Occhiuto), ma né lui, né altri hanno fatto il suo nome pubblicamente.

La trazione socialista, i movimenti e gli altri outsider

Circola, a sinistra, il nome dell’avvocato socialista Franz Caruso ma, anche in questo caso, il nome è una suggestione per Palazzo dei Bruzi sul quale, però, un dibattito potrebbe aprirsi.

Sono pronti a fare ancora più sul serio rispetto alle ultime amministrative i movimenti cosentini che non si riconoscono nel centrosinistra che oggi siede nella Sala Catera.

Poco prima o poco dopo che l’estate entri nel vivo, tutte queste anime dovrebbero riunirsi per scegliere la linea da tenere in vista delle amministrative 2021.

Il dibattito politico per la corsa a Palazzo dei Bruzi per il dopo Occhiuto fa registrare anche il nome del primo candidato sindaco di etnia romanì Luigi Bevilacqua e si è attivata sui social anche Tiziana Mirabelli, volto noto delle coop bruzie.

Francesco Cangemi

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sant’Anna Hospital, Tallini: “I 300 dipendenti hanno diritto a una risposta”

Mirko

Caos Sanità in Calabria, Gaudio rinuncia all’incarico

Giovanni Bevacqua

Coronavirus in Calabria, ancora alto il numero dei morti (+8)

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content