Calabria7

Incontro Renzi-Mancini, Gratteri smentisce: “Nessun ruolo nel summit all’autogrill”

gratteri renzi

Non è vero che ho chiesto a Matteo Renzi di incontrare Marco Mancini. Sono disposto a depositare i miei tabulati telefonici delle settimane e mesi precedenti il 23 dicembre scorso”. Il procuratore capo della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri, intervistato dal Fatto Quotidiano, smentisce la ricostruzione dell’incontro (riportata ieri da Repubblica) tra l’agente e il leader di Italia Viva.

“Non verrà trovata alcuna chiamata”

L’incontro a cui ci si riferisce è quello avvenuto il 23 dicembre dello scorso anno all’autogrill di Fiano Romano, nel Lazio. In quell’occasione un’insegnante filma Matteo Renzi insieme all’agente Marco Mancini, direttore di divisione al Dis (agenzia che coordina i due servizi per l’Interno e gli Esteri, Aisi e Aise). Il caso, riportato dalla nota trasmissione televisiva Report, si è spostato sulla scena politica. Secondo  il quotidiano Repubblica, infatti, sarebbe stato Gratteri ad aver chiamato Renzi “pregandolo di incontrare Mancini il quale avverte puzza di morto a Palazzo Chigi e ritiene utile un appoggio per la nomina anche da chi ha di aperto la crisi di governo mettendo in mora Conte”. La ricostruzione dei fatti viene smontata dal procuratore, che incalza: “Sono disposto a depositare i miei tabulati telefonici delle settimane e mesi precedenti a quella data (riferendosi al 23 dicembre 2020 ndr). Non verrà trovata – ha dichiarato Gratteri- nessuna chiamata o messaggio a Renzi”, conclude Gratteri.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Leso il diritto di difesa, le Camere Penali proclamano 3 giorni di astensione

Giovanni Bevacqua

Camion sbaglia strada e finisce in un fosso

Matteo Brancati

Catanzaro, il March sarà ampliato

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content