Calabria7

Insegnante accusato di violenza sessuale, assolto dal Tribunale di Catanzaro

Assolto dal reato di violenza sessuale perchè il fatto non sussiste. E’ la decisione assunta oggi dal gup del Tribunale di Catanzaro nei confronti di M.T.

I fatti

I fatti risalgono al 2013 quando, secondo l’iniziale richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura, T.M, insegnate di religione, avrebbe palpato una studentessa all’epoca minorenne, durante la lezione. L’imputato, assicurandosi la possibilità in caso di condanna di uno sconto di pena, ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato. Durante l’interrogatorio del 9 settembre 2021 l’uomo ha negato categoricamente i fatti contestati. Al termine dell’udienza il giudice d’ufficio ha ascoltato oggi la testimonianza della ragazzina, nelle vesti di persona offesa.

La sentenza

Il gup Valenzi ha invitato le parti a discutere prima di assolvere il docente di religione perché il fatto non sussiste. Al termine della camera di consiglio, ha accolto le richieste di assoluzione del pubblico ministero e della difesa rappresentata dall’avvocato Vitaliano Leone, non ravvisandone gli estremi per la condanna. La parte civile ha invece insistito sulla condanna dell’imputato, l’insegnante accusato di violenza sessuale nei confronti di una minorenne, con le richieste di risarcimento avanzate dall’avvocato Amendola difensore della vittima.
© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ambiente, Sersale e la riserva Valli Cupe sono “plastic free”

Matteo Brancati

Abramo non ci sta: “Catanzaro non ha perso”. Ma alla Provincia c’è già chi chiede le sue dimissioni

Sergio Pelaia

Mafia, boss Graviano: “Durante la latitanza continuavo a seguire gli affari’

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content