Calabria7

Insulti e minacce no-vax a Matteo Bassetti, blitz della Digos in tutta Italia

Bassetti Green pass

Dalle prime ore del mattino la Polizia sta eseguendo 9 perquisizioni nei confronti di altrettanti soggetti “no vax” sparsi su tutto il territorio nazionale, accusati di “stalking” in concorso ai danni del noto infettivologo genovese Matteo Bassetti.

Le indagini

L’indagine, partita dopo le querele presentate dal medico e diretta dalla Procura di Genova, è staata condotta dalla Digos del capoluogo ligure. L’attività investigativa ha permesso di identificare complessivamente 36 persone, responsabili a vario titolo di istigazione a delinquere, atti persecutori, minaccia aggravata, diffamazione e molestie. Le perquisizioni in corso vedono coinvolte, oltre alla Digos di Genova, anche gli uffici omologhi di Avellino, Lecce, Milano, Modena, Napoli, Parma e Trento, con il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e la collaborazione dei Compartimenti di Polizia Postale territorialmente competenti.

La sua denuncia aveva già portato a una inchiesta della Polizia Postale e delle Comunicazioni della Liguria che aveva scoperto gruppi “no vax” e “no green pass” molto attivi su canali Telegram. Questi ultimi, secondo l’accusa, oltre alle minacce avrebbero organizzato blitz violenti contro istituzioni e servizi pubblici.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid, Abrignani: “Senza obbligo vaccinale non fermeremo il virus”

Damiana Riverso

Tragedia Mottarone: gip scarcera indagati e viene sostituito, Camere Penali protestano

Maria Teresa Improta

Coronavirus, in Italia il contagio non frena: l’indice di positività sale al 14,1%

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content