Calabria7

“Insulti e minacce perché sono gay”. Giovane catanzarese parla a “Dritto e rovescio”

Ancora insulti e umiliazioni per Davide Sgrò, attivista Lgbt di Catanzaro. Intervistato dalla trasmissione Dritto e Rovescio di Rete4 ha raccontato che dopo il suo intervento in tv la sua vita è diventata impossibile: insulti per strada, su social e addirittura scritte offensive e omofobe dipinte sulla sua auto Tutto questo solo perché Davide è omosessuale e per molte persone, troppe, non è libero di amare chi vuole. “Non mi sento più sicuro a uscire da solo” – ha dichiarato ancora Davide ai microfoni di Rete4.  E la prova è sotto gli occhi di tutti quando con una telecamera nascosta fa una tranquilla passeggiata in città e a più riprese è vittima di frecciatine e insulti. Ma Davide parla anche di chi in questo periodo lo ha sostenuto: “Non me lo aspettavo ma molti a Catanzaro mi sono stati vicini. Voglio ringraziare la mia città e soprattutto le forze dell’ordine che mi hanno aiutato molto”. E alla domanda se il Ddl Zan potrebbe cambiare qualcosa Davide non ha dubbi: “Penso proprio di si”.

GUARDA IL VIDEO | https://fb.watch/6lwH2jqvtX/

LEGGI ANCHE | Scritte omofobe sull’auto di un giovane catanzarese

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La deputata calabrese Nesci (M5S) giura come sottosegretaria al Sud

bruno mirante

“Comitato Commercianti e Artigiani Catanzaro Uniti”, proposte all’amministrazione

Mirko

Sanzioni amministrative ad un esercizio commerciale nel lametino

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content