Calabria7

“Inter nos”, chiesta l’archiviazione per Raffaele Sainato

“Sono felice di comunicare che, dopo neppure un mese, la vicenda giudiziaria in cui sono stato coinvolto si è già conclusa con la richiesta di archiviazione da parte dell’Ufficio di Procura che, preso atto dell’insussistenza del fatto di reato, ha avuto la sensibilità di non volere interferire con le imminenti elezioni regionali, anticipando un provvedimento che evidentemente sarebbe stato assunto in ogni caso in un tempo successivo”.  Lo afferma Raffaele Sainato, ex vicesindaco di Locri e consigliere regionale coinvolto nell’inchiesta “Inter nos” sugli appalti nella sanità reggina.

“Su richiesta del mio legale, l’avvocato Sergio Laganà – prosegue Sainato – il sostituto procuratore antimafia Walter Ignazitto, titolare dell’indagine, ha formalmente formulato richiesta di archiviazione al gip competente. Fino a questo momento sono stato in silenzio, anzitutto per il grande rispetto che nutro verso le Istituzioni, in secondo luogo perché in cuor mio sapevo che tutto si sarebbe risolto in breve e nel migliore dei modi. Così è stato. E voglio ringraziare i magistrati per l’estrema correttezza dimostrata. Non ho mai avuto dubbi sulla Magistratura. E la massima trasparenza e l’enorme fiducia che ho riposto nell’Organo giudicante sono state ripagate dalla celerità con cui è stata chiarita la mia posizione”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sbarco di migranti nel Catanzarese, quattro positivi al Covid e due con la scabbia

Mirko

‘Ndrangheta, Confindustria Reggio: “Denuncia imprese sono una svolta epocale”

Matteo Brancati

Coronavirus, positivi due dipendenti comunali a Crosia. Chiuso il Municipio

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content