Calabria7

Interviene con una pistola per sedare una lite, lo minacciano con un coltello. Due denunce nel Cosentino

I carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Castrovillari un giovane senegalese di 26 anni per minaccia aggravata e percosse, nonché un 41enne italiano per minaccia aggravata. I carabinieri sono intervenuti nell’abitazione di una donna, sita nello scalo coriglianese, per un’accesa lite in corso con il suo compagno senegalese. I militari hanno riportato la calma fra le parti e ricostruito che il vicino di casa della coppia, sentite le urla della donna, era intervenuto in suo aiuto con una pistola, per far allontanare il compagno. Quest’ultimo, a sua volta, aveva usato un coltello da cucina per minacciare l’uomo intervenuto. Sulla base di quanto accertato, i militari hanno effettuato perquisizioni domiciliari nei due appartamenti, rinvenendo nella disponibilità del senegalese il coltello usato per minacciare il 41enne italiano, mentre nell’appartamento di quest’ultimo c’erano una pistola a salve con tappo rosso e il relativo munizionamento utilizzati contro l’extracomunitario. Entrambi In caserma, inoltre, la donna ha denunciato il compagno per le percosse subìte durante il litigio, scaturito da futili motivi, e il giovane è stato invitato dai Carabinieri a lasciare la casa in cui conviveva con la vittima.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Operazione contro clan Mancuso, Questore Vibo: “Ci sono risorse per lavorare bene”

Matteo Brancati

Omicidio Gigliotti a Lamezia Terme, arrestato il killer

Mirko

Call center Alitalia: 621 lavoratori a rischio, 65 operanti in Calabria

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content