Calabria7

Invasione di pesci pene su una spiaggia, sono lunghi oltre 20 cm

La scorsa mattina una spiaggia a 50 miglia a nord di San Francisco si è svegliata, come riporta un post su Instagram della rivista specializzata Bay Nature, completamente ricoperta di Urechis unicinctus, una particolare specie di invertebrati marini meglio conosciuti con il nome di “Pesce pene”.

Effettivamente queste bizzarre creature lunghe oltre 20 centimetri che vivono sotto diversi strati di sabbia e dei quali i gabbiani vanno matti, ricordano in maniera inequivocabile un pene umano.

Se non ne avete mai sentito parlare è perché evidentemente negli ultimi tempi non avete fatto un giro in Corea del Sud dove il suddetto pesce, chiamato gaebul, non solo è molto famoso, ma risulta essere anche una prelibatezza servita in tutti i mercati all’aperto. Il pesce pene, che per molti ha persino effetti afrodisiaci, pare che abbia una consistenza gommosa d un accattivante sapore agrodolce. Viene spesso servito con una salsa salata a base di olio di sesamo e sale oppure in versione più piccante a base di aceto e gochujang, una spezia particolarmente usata nella cucina coreana.

Ma non è finita, pare che il pesce pene sia anche particolarmente utile: le gallerie che scava sotto i nostri piedi mentre oziamo in spiaggia sono rifugi perfetti per i granchi, che hanno anche la possibilità di nutrirsi del plancton che rilascia mentre si muove.

Redazione Calabria 7

(Foto: Wikipedia)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Tragedia a Capodanno, muore a 14 anni per meningite

Matteo Brancati

Coronavirus, bimba scrive a Conte: “Facci uscire un’oretta”

Andrea Marino

Scuola, bimbo tenta di buttarsi dalla finestra

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content