Calabria7

Italia Viva in Calabria, arriva Rosato che come il vino è una via di mezzo fra bianchi e rossi

di Danilo Colacino – “Se gli altri si ritirassero, noi saremmo in campo. Pronti come sempre. Ma è scontato che per il momento non è questo il nostro obiettivo”. Così parlò Ettore Rosato, stamani nelle vesti di emissario renziano in Calabria, rispondendo a una domanda dei giornalisti presenti sulle imminenti Regionali.

Nella sede di Catanzaro, in un noto hotel del porto di lido, lo stesso vicepresidente della Camera ha dunque fatto alcune precisazioni -intervenendo a uno dei primissimi appuntamenti targati Italia Viva, la nuova ‘creatura’ del Matteo già Primo Ministro – ancor prima che iniziasse la tavola rotonda con protagonisti una serie di suoi colleghi parlamentari del territorio. “Noi stiamo strutturando – ha spiegato il fedelissimo dell’ex Premier toscano – un nuovo soggetto politico. Un contenitore che guarda a Sinistra così come a Destra. Ma che dovrà crescere in tempi fisiologici. Ecco perché non abbiamo messo sul tavolo una proposta concreta. Abbiamo, però, le idee chiare e sappiamo che la priorità assoluta, quasi un imperativo categorico per la vostra regione, è la discontinuità rispetto al passato. Motivo per cui siamo fortemente critici rispetto alla posizione assunta dal governatore Mario Oliverio, che ha inteso ricandidarsi per un altro mandato senza godere di ampia condivisione. Anzi, dando corso a una vera e propria spaccatura. Peccato, perché la Calabria merita una figura che non venga dal passato per così dire. Un rappresentante della società civile, magari, o comunque – ha chiosato il parlamentare renziano doc – una personalità utile a inaugurare un percorso diverso”.

Accanto a Rosato un parterre come premesso formato da una piccola ma importante parte dell’ormai ex deputazione calabrese pentastellata o Dem. Il riferimento è a Gelsomina Silvia Vono, Stefania Covello, Ernesto Magorno, Sebastiano Barbanti e Nicola Carè. Fra gli intervenuti al convegno anche un ‘padre nobile’ della vecchia Dc quale Carmelo Pujia, l’imprenditore Daniele Rossi, l’ex sindaco e dirigente locale Democrat Anna Maria Cardamone e molti altre figure di spicco del mondo politico e del tessuto socioeconomico del catanzarese. 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“A microfono aperto…” estate, spazio al leader dell’Usb Vigilfuoco Silipo

Maurizio Santoro

Allarme del Pd sulla nomina della Bettelini all’Asp di Cosenza

Andrea Marino

Analizzati tamponi Rsa Badolato: tutti negativi

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content