Calabria7

La Dda di Catanzaro fa luce su un duplice omicidio in Calabria, un arresto

duplice omicidio calabria

Fu un delitto di ‘ndrangheta il duplice omicidio di Maurizio Scorza e della compagna Hanene Hedhli, avvenuto il 4 aprile scorso in contrada Gammellone del comune di Castrovillari, in provincia di Cosenza. I corpi dei due, raggiunti da 14 colpi d’arma da fuoco, furono trovati in una strada di campagna, a bordo dell’autovettura Mercedes di proprietà di Scorza.

I carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Cosenza e della compagnia di Cassano allo Ionio, con il coordinamento della Dda di Catanzaro, hanno arrestato un uomo, cinquantaseienne, per duplice omicidio con l’aggravante della premeditazione, nonché del metodo mafioso e dell’agevolazione mafiosa in concorso con altre persone al momento ignote. La donna era sul sedile anteriore lato passeggero e l’uomo nel bagagliaio unitamente ad un agnello sgozzato. Il fatto di sangue sarebbe di stampo mafioso.

L’arrestato avrebbe attirato con l’inganno Scorza all’interno del suo podere, dove trovò i sicari. La compagna dell’uomo fu uccisa solo perché testimone del delitto. Le indagini, inoltre, proseguono per individuare gli altri responsabili.

L’arrestato è Francesco Adduci di Cassano Ionio. Il delitto fu subito inquadrato in un contesto mafioso alla luce del rinvenimento a fianco del cadavere dell’uomo dell’agnello sgozzato, messaggio tipico della ‘ndrangheta.

LEGGI ANCHE | Duplice omicidio nel Cosentino, l’ombra della ‘ndrangheta e le indagini passano alla Dda di Catanzaro

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content