La Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea dedica il Seminario vescovile a don Rocco Iaria (VIDEO)

Nei suoi circa cinquant’anni di rettorato, ha lasciato un segno indelebile nel cuore di centinaia di sacerdoti provenienti da numerosi comuni calabresi

Giornata storica per la Chiesa diocesana di Mileto, Nicotera, Tropea che, grazie all’impegno costante del vescovo Attilio Nostro, recupera alla memoria collettiva un altro pezzo della sua storia passata. Il prelato, grande innovatore di una Chiesa che guarda veramente agli ultimi, coraggiosamente sta cercando di ridare una nuova identità al glorioso Seminario intitolandolo una lapide a monsignor Rocco Iaria che nei suoi circa cinquant’anni di rettorato ha lasciato un segno indelebile nel cuore di centinaia di sacerdoti provenienti da numerosi comuni calabresi. Il compianto sacerdote, originario di Palmi, per decenni è stato uno dei più valenti docenti della struttura scolastica diocesana che ha formato vescovi del calibro di monsignor Vincenzo Rimedio.

Una pagina nuova nella storia della Chiesa miletese

Ancora una volta il grande decisionismo del vescovo monsignor Attilio Nostro ha saputo scrivere una pagina nuova nella storia della Chiesa miletese che è pronta ad accogliere tutti quelle innovazioni che arrivano direttamente dal Sommo Pontefice Francesco. Alla cerimonia di intitolazione del Seminario, oltre a decine di ex alunni di monsignor Ilaria, hanno partecipato i vescovi Vincenzo Rimedio e monsignor Giuseppe Alberti. Quest’ultimo da poco alla guida della Diocesi di Oppido-Palmi. A ricordo della storica intitolazione sono state scoperte due lapidi commemorative che in estrema sintesi raccontano quello che ha rappresentato monsignor Ilaria per la Chiesa calabrese. Presenti alla cerimonia sindaci e numerosi sacerdoti che sempre con più coraggio seguono i cambiamenti epocali che stanno avvenendo nella Chiesa vibonese.

Monsignor Attilio Nostro, a piccoli passi, sta imprimendo un nuovo corso alla Chiesa vibonese si è finalmente aperte alle esigenze di una società che è in continua trasformazione. Monsignor Ilaria, al termine della cerimonia commemorativa, è stato ricordato da alcuni suoi alunni i quali hanno affermato che era una persona “buona, saggia e preparata che metteva al primo posto l’amore per la Chiesa”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved