Calabria7

La Film Commission finanzia 12 opere, costano (tutte) quanto gli 8 minuti di Muccino

minoli

di Sergio Pelaia – La cifra è quasi la stessa: la Regione Calabria ha sborsato nei mesi scorsi – all’esito di una transazione – 1,25 milioni di euro per il corto delle polemiche girato da Gabriele Muccino, ora la Film Commission guidata da Giovanni Minoli stanzia 1,3 milioni di euro a sostegno delle produzioni audiovisive realizzate nella regione. La differenza è che nel primo caso si è trattato di un affidamento diretto per una sola “opera artistica” della durata di 8 minuti (compresi titoli di testa e di coda), nel secondo c’è stato un iter con regolare Avviso pubblico e graduatoria in cui ci sono stati, come sempre, ammessi e non. E i vincitori tra cui sarà ripartito l’importo messo a disposizione sono 12.

Gli obiettivi del bando

Il bando della Calabria Film Commission, che è una Fondazione creata dalla Regione ai tempi di Agazio Loiero, fa riferimento alla legge regionale 21/2019 (“Interventi regionali per il sistema del Cinema e dell’audiovisivo in Calabria”) ed è finanziata con i fondi Pac 2014/2020. Le finalità sono “la promozione del territorio, la visibilità del patrimonio naturalistico e artistico del territorio, lo sviluppo del settore turistico locale, la valorizzazione delle risorse culturali, ecclesiastiche, paesaggistiche e ambientali e la promozione del patrimonio storico, culturale, religioso, economico, sociale, delle tradizioni popolari e antropologiche della Calabria”. L’obiettivo è quello di “attrarre e sostenere le produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria”.

I lungometraggi finanziati

La graduatoria definitiva è stata pubblicata nei giorni scorsi. Tra i 12 progetti ammessi a finanziamento 6 sono lungometraggi: “Madre terra – Storie di donne calabresi oltre gli stereotipi” (74mila euro, produzione Arbalak); “La festa del ritorno” (116mila euro, A.L.B.A. Produzioni); “Tuna Travel” (250mila euro, Michelangelo Film); “Cercando Itaca” (250mila euro, Pega Production); “Madame Luna” (250mila euro, Dugong); “Even” (188mila euro, Lob&Partners). Non finanziati “per esaurimento risorse” la fiction “Tutta colpa della fata morgana” e il film “Mia moglie è calabrese”.

Cinque documentari e un corto ammessi

Cinque, invece, i documentari vincitori del bando: “Futuro bandito” (11mila euro, Maga Producion); “L’oscar dimenticato” (48mila euro, Open Fields Productions); “Italianesi” (37mila euro, Associazione culturale Scena Verticale); “Viaggio immersivo all’interno del Parco del Pollino” (50mila euro, Immersive); “Gerace, il borgo incantato della Calabria” (3mila euro, Immersive). Non finanziato “per esaurimento risorse” il docu “I Versace”. Uno solo, infine, il cortometraggio ammesso a finanziamento: “Patres” (20mila euro, Associazione Culturale Nastro di Mobius).

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, avvocato muore a Roma: sette giorni prima testimone a Catanzaro

manfredi

Auto contro edificio in costruzione a Reggio, due feriti

manfredi

Sicurezza: questore Cosenza, “Dimezzati furti in appartamenti”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content