La ‘ndrangheta e il poker texano, denunciato giocatore di fama internazionale

Nel corso della serata di ieri i militari del Comando Compagnia Carabinieri e quelli del Gruppo Guardia di Finanza di Vibo Valentia, già sulla pista dei giocatori d’azzardo, sono riusciti a scoprire una bisca clandestina all’interno di un – apparentemente innocuo – circolo privato del Capoluogo di Provincia.

L’operazione congiunta ha avuto inizio intorno alle 20 quando i militari, circondato lo stabile e rese inoffensive le vedette, hanno fatto irruzione nel locale cogliendo impreparati ed in flagranza i giocatori seduti ai tavoli con ingenti quantitativi di gettoni da gioco innanzi alle loro postazioni. Avevano iniziato a giocare da non molto tempo.

L’operazione congiunta ha avuto inizio intorno alle 20 quando i militari, circondato lo stabile e rese inoffensive le vedette, hanno fatto irruzione nel locale cogliendo impreparati ed in flagranza i giocatori seduti ai tavoli con ingenti quantitativi di gettoni da gioco innanzi alle loro postazioni. Avevano iniziato a giocare da non molto tempo.

Il locale è stato sottoposto a sequestro così come diverse migliaia di euro in contanti custodite nella cassa del locale. Il bottino più importante è stato tuttavia l’insieme di manoscritti all’interno dei quali sono stati trovati i nomi dei partecipanti e la quota versata per poter giocare. Il particolare è stato importante perché ha consentito di escludere dall’elenco dei deferiti gli altri associati che erano presenti in quel momento all’interno del circolo.
I denunciati alla Procura di Vibo Valentia sono il legale rappresentante del circolo – giocatore di poker di fama internazionale – che risponderà del reato di “esercizio aggravato giochi d’azzardo” (punito con l’arresto da 3 mesi ad un anno e con ammenda) ed altre 8 facoltose persone, provenienti appositamente anche da fuori provincia, che risponderanno invece del reato di “partecipazione a giochi d’azzardo” (punito con l’arresto sino a 6 mesi e l’ammenda fino a 516 euro).

Nel corso dell’attività sono stati acquisiti elementi che consentono di comprovare la presenza di figure organiche alla ’ndrangheta. E’ la prima bisca clandestina moderna, nella quale si pratica anche il cosiddetto poker texano, scoperta nel territorio della provincia di Vibo Valentia.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il progetto si inserisce all’interno della politica per la riduzione dell’impatto ambientale sulle attività portuali
La vettura condotta dalla vittima è stata trascinata dallo smottamento, provocato dalle forti piogge abbattutesi nella zona
Un’indagine del New York Times rivela che le foto pubblicate ricompaiono su gruppi Telegram dove uomini condividono le loro fantasie sessuali
Indagato dalla Procura della Repubblica di Napoli, l’ex dirigente dem è coinvolto nell’inchiesta sulla riqualificazione al Rione Terra
I poliziotti sono stati al Liceo delle Scienze Umane “G.V. Gravina”, dove hanno affrontato il tema della violenza di genere
Il presidente campano ha ricevuto il procuratore di Napoli: “Piena collaborazione nell’interesse di tutto il Mezzogiorno”
Il collaboratore di giustizia alla Dda di Catanzaro: "L'avvocato mi ha regalato 2mila euro per l'impegno profuso"
La deputata del Pd ha fatto notare, inoltre, l’assenza di rappresentanti del governo durante le celebrazione dell’anniversario della tragedia
La Corte d’assise di appello di Catanzaro ha rideterminato due pene e confermato la condanna al presunto capo-cosca Agostino Marrazzo
“Le deroghe vigenti sono insufficienti ed occorrono modifiche sostanziali, in linea con le istanze che provengono dagli agricoltori"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved