La Polizia ricorda Vincenzo Panuccio: uomo di grande valore

Questa mattina si è svolta, nel Cimitero Comunale di Catanzaro, la commemorazione dell’appuntato del disciolto Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza Vincenzo Panuccio, caduto nell’adempimento del dovere il 19 settembre 1974.

Il Questore della provincia di Catanzaro, Mario Finocchiaro, alla presenza delle figlie Enza, Giulia, Roberta e Tiziana, dei rispettivi coniugi e dei numerosi nipoti, del presidente della sezione Anps di Catanzaro e di una rappresentanza del personale della Polizia di Stato in servizio, ha deposto un cuscino di fiori sulla tomba e ha ricordato le circostanze della morte dell’appuntato Panuccio, sottolineando il valore del servizio prestato e dell’esempio che, con il suo sacrificio, ha consegnato ai colleghi.

Il Questore della provincia di Catanzaro, Mario Finocchiaro, alla presenza delle figlie Enza, Giulia, Roberta e Tiziana, dei rispettivi coniugi e dei numerosi nipoti, del presidente della sezione Anps di Catanzaro e di una rappresentanza del personale della Polizia di Stato in servizio, ha deposto un cuscino di fiori sulla tomba e ha ricordato le circostanze della morte dell’appuntato Panuccio, sottolineando il valore del servizio prestato e dell’esempio che, con il suo sacrificio, ha consegnato ai colleghi.

Vincenzo Panuccio era nato a Bagnara il 29 giugno 1935. Arruolato in Polizia, aveva svolto servizio a Nicastro e a Catanzaro, prima di trasferirsi a Torino. In forza alla Polizia stradale del capoluogo piemontese, verso le 5,45 di quel 19 settembre di 46 anni fa, in territorio del comune di Volpiano, in provincia di Torino, stava svolgendo servizio di pattugliamento stradale, a bordo di una Fiat 128, prodigandosi a prestare ausilio agli automobilisti in difficoltà in quanto su quella zona incombeva una fittissima nebbia; proprio la visibilità praticamente azzerata fu la causa di un violento scontro del mezzo di servizio con un camion che trasportava bombole di gas.Estratto dalle lamiere dell’auto, l’Appuntato Panuccio morì poco dopo in ospedale, lasciando la moglie e quattro figlie in giovanissima età.

La commemorazione di oggi ha reso il doveroso e sentito omaggio ad un poliziotto che ha perso la vita nel corso di uno di tantissimi pattugliamenti che quotidianamente vengono svolti al servizio dei cittadini.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"In Calabria, ultima per PIL pro capite e con i redditi tra i più bassi del Paese, a farla da padrone è il lavoro nero/grigio nel privato"
Palmi ha completato l’installazione della segnaletica per il rischio tsunami lungo la costa ed installato un sistema di allertamento sonoro
Giornata cruciale per il ponte sullo Stretto e il relativo decreto presentato dal governo che spinge per costruirlo
L’Aeronautica Militare ha consentito a un bimbo di 5 mesi, in imminente pericolo di vita, di ricevere le cure salva-vita di cui necessita
Il 26enne è ritenuto gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti
Il 76enne era stato rinvenuto cadavere all’interno del suo appartamento, che fu successivamente dato alle fiamme
Dopo avere creato una relazione di fiducia e amicale con i minorenni e i loro genitori ne abusava sessualmente
L'evasione in Calabria equivale al 18,8%, come se ogni 100 euro versati all'erario si "perdessero" 21,3 euro
"Serve l’impegno di ognuno. Aiutateci, con comportamenti responsabili, a mantenere pulito il nostro mare e segnalateci eventuali illeciti"
Calabria Verde ha proceduto alla pulizia di più di 100 aste fluviali tra principali e secondarie, comprese in 30 comuni
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved