Calabria7

La Reggina espugna Perugia e vola al secondo posto, altro ko per il Crotone

pallone serie b

La Reggina continua a vincere e convincere, in maniera netta e decisa. Il terzo successo consecutivo degli amaranto arriva contro un Perugia reduce da sette risultati utili consecutivi ma quasi incapace di opporsi al dominio dei ragazzi di Aglietti, autori di una prestazione solida e trascinati da un Galabinov in stato di grazia. Tre punti importanti che lanciano la Reggina al secondo posto, a soli due punti dalla capolista Pisa. Il Crotone di Modesto, invece, subisce la terza sconfitta di fila e resta mestamente a quota 7 punti in classifica. Gli Squali fanno la partita, ma escono sconfitti dalla sfida casalinga contro un Benevento bravo a difendersi in maniera compatta aspettando con pazienza le ripartenze. Dopo il gol, nel primo tempo, di Letizia chiude la partita il solito Gianluca Lapadula che raddoppia al 53′ su un tiro dello stesso capitano giallorosso.

Il match della Reggina

Nelle fasi iniziali dell’incontro i padroni di casa vanno alla conclusione dalla distanza al 3′ con Zanandrea che non inquadra però lo specchio della porta. Al 5’, i ragazzi di Aglietti sbloccano il match: cross al bacio da fuori di Bellomo, Galabinov di testa infila Chichizola. Il gioco viene interrotto da numerosi falli e al 16’ il Perugia mostra una reazione con un colpo di testa di Matos che da due passi spara clamorosamente alto. Le emozioni scarseggiano ma nel finale della prima frazione di gioco è Bellomo a trovare il gol del raddoppio per gli amaranto, sfruttando un cross del suo compagno Di Chiara sporcato da Angella. Il copione della gara sembra ripetersi anche nella ripresa e sono infatti gli amaranto a sfiorare l’eventuale tris al 53′ con un bel colpo di testa di Galabinov.  La girandola di cambi non muta l’inerzia del match, con la Reggina sempre pericolosa a fronte di un Perugia sterile in zona offensiva. Nel finale la squadra di Alvini prova il forcing in avanti ma riesce a impensierire la difesa avversaria solo al 94’ quando De Luca sfodera una conclusione dal limite che esce fuori di pochissimo.

Il match del Crotone

Il primo squillo del match lo crea Mulattieri, che al 6’ entra in area dalla sinistra provando il destro verso Manfredini che poi respinge. Le fasi del gioco sono concitate ma nessuna delle due squadre riesce a trovare il varco giusto per fare male all’altra: a provarci maggiormente sono i padroni di casa del Crotone, che al 15′ impensieriscono la difesa avversaria con un tiro di Marik respinto in angolo. Si gioca principalmente nella metà campo del Benevento, con la squadra di Modesto che cerca il pressing alto, ma col passare dei minuti i sanniti acquisiscono fiducia e al 32′ Calò ci prova con un tiro da buona posizione che termina alto. E’ solo il preludio al gol del vantaggio giallorosso: Lapadula prende palla e serve Acampora che scarica dietro per l’arrivo di Letizia, la cui conclusione fredda Contini. Anche nella ripresa le due squadre faticano a trovare gli spazi giusti dove inserirsi per fare male all’avversario, ma a proporsi con maggiore convinzione è sempre il Bevenento che al 51′ si rende pericoloso con un tiro di Letizia. Dopo un paio di minuti, i campani raddoppiano: cross al centro del Benevento, la difesa del Crotone respinge fuori dove arriva Letizia che tira verso lo specchio ma sulla traiettoria c’è Lapadula la cui deviazione di testa arriva in porta. Il gol viene dapprima annullato, ma il VAR convalida successivamente la rete dell’attaccante giallorosso. Il Crotone prova a riorganizzarsi per cercare di accorciare le distanze e fa possesso palla, ma il Benevento si difende alto e chiude tutti gli spazi per le scorribande offensive dei rossoblù. Al 71′ Lapadula crea i brividi a Contini con un bel calcio di punizione, mentre un quarto d’ora dopo Moncini sfiora il tris con un tiro che sorvola l’incrocio dei pali. Il Benevento fa possesso palla lasciando correre il tempo per far finire la partita e al 94′, qualche istante prima del fischio finale, Vokic si divora il 3-0. (an.bat.)

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sorpreso a rubare in una ditta sequestrata, arrestato giovane ghanese

Mirko

‘Ndrangheta e narcotraffico internazionale, blitz della Polizia a Gioia Tauro: 17 arresti

Mirko

Strage vigili del fuoco, fermato proprietario cascina esplosa

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content