Calabria7

La Reggina fa il colpaccio ed espugna il “Penzo”: contro il Venezia decidono Di Chiara e Situm

venezia-reggina

di Antonio Battaglia – Tre punti per avvicinarsi all’obiettivo salvezza diretta, per ritornare al successo dopo due giornate di stop, per cullare il sogno playoff. La Reggina espugna il “Penzo” e batte il Venezia quinto in classifica. 0-2 il risultato finale di un match ben interpretato dagli amaranto, bravi prettamente in fase di rottura nella prima frazione (condita dalle due traverse degli arancioneroverdi) e cinici nella ripresa con due gol su due tiri nello specchio. Una vittoria clamorosamente importante, che lancia la squadra di Baroni a quota 40: di fatto a pochi passi dalla salvezza diretta, con lo sguardo rivolto alla zona playoff.

Primo tempo

In avvio di match i lagunari gestiscono il possesso, manovrando da destra a sinistra in cerca di varchi, ma il primo squillo arriva su un destro di Situm che non inquadra lo specchio. Gli arancioneroverdi provano a costruire dal basso, ma gli amaranto mettono pressione e col passare dei minuti schiacciano il Venezia nella propria metà campo. Al 20’ altra chance Reggina con una conclusione di Di Chiara murata miracolosamente da Ferrarini. Il Venezia fa fatica a uscire e tenta timidamente di opporsi alle iniziative degli avversari. 

Dopo la mezzora, i veneti prendono coraggio e al 36’ Johnsen colpisce la traversa con uno scavetto da ottima posizione. La Reggina cerca di ragionare, ma il Venezia cerca a tutti i costi la rete del vantaggio e al 44’ Modolo salta più in alto di tutti e conclude con la testa sulla traversa. 

Secondo tempo

In avvio di ripresa stesso canovaccio con il Venezia proiettato in avanti, ma al 53’ è Di Chiara a sbloccare il match: punizione di Bellomo, Pomini esce malissimo, l’esterno ringrazia con un sinistro al volo che passa tra le varie gambe e s’insacca. Zanetti corre ai ripari e inserisce Di Mariano e Bocalon, con i suoi che spingono sull’acceleratore e costringono la Reggina ad arroccarsi nella propria trequarti.

Al 64’ Aramu ci prova con una conclusione debole, ma tre minuti dopo gli ospiti passano in vantaggio con Situm bravo ad accentrarsi e piazzare il destro dal limite dritto in porta. Le squadre si allungano e i ritmi non calano, con gli amaranto sul velluto e i ragazzi di Zanetti incapaci di reagire con veemenza. Baroni opta per gli ingressi di Liotti, Bianchi e Dalle Mura, con la difesa amaranto che poche volte viene messa in difficoltà dai timidi arancioneroverdi. Al 91′ Crnigoj semina tutti sul fronte destro e mette un buon pallone al centro per Karlsson, che riceve e conclude senza però inquadrare la porta. E’ l’ultimo sussulto di un match ben interpretato dagli amaranto, che salgono così a quota 40 punti in classifica. 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Bausone: “Gattuso, vieni a San Luca”

manfredi

Autismo, mamme disperate a Reggio Calabria: “Sciopero della fame e della sete. L’Asp ci deve ricevere”

Damiana Riverso

Serie C, il Catanzaro esonera Gaetano Auteri

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content