Calabria7

La Reggina regala spettacolo a Ferrara: Spal asfaltata con un poker

spal-reggina

di Antonio Battaglia – Un successo straordinario, perentorio, emblema di un momento d’oro. La Reggina conquista il settimo risultato utile consecutivo regalando spettacolo al “Mazza” di Ferrara. 1-4 il risultato finale di un match mai in discussione, dominato dagli amaranto al cospetto di una Spal rimasta subito in dieci per l’espulsione causa doppia ammonizione comminata a Mora. Una prestazione ineccepibile, che porta la Reggina a 32 punti in classifica. La zona playoff dista ora solo cinque lunghezze, sognare non costa nulla…

Primo tempo

In avvio di match la Reggina manovra il pallone, ma a creare il primo brivido è la Spal con un cross di Mora verso Asencio che viene tuttavia anticipato da Liotti. La prima svolta arriva all’8’, con l’ingenua espulsione causa doppia ammonizione comminata a Mora. I ferraresi si dispongono con il 4-3-2 al cospetto di una Reggina che controlla il possesso palla senza fretta.

I ragazzi di Baroni aumentano i giri del motore e al 14’ Berisha anticipa Montalto su un pallone vagante in area. Due minuti dopo, arriva il vantaggio amaranto: cross di Liotti dalla sinistra, il pallone arriva a Rivas che tutto solo gonfia la rete. La Spal prova a reagire subito con una conclusione potente di Strefezza che viene deviata in angolo da Loiacono. Al 19’, però, la Reggina raddoppia: nuovo cross di Liotti, sul secondo palo sponda di testa di Folorunsho per Montalto che insacca da due passi. I biancazzurri tentano una timida reazione, ma a sfiorare la rete è nuovamente la Reggina con un diagonale potente di Del Prato che termina di pochissimo a lato. 

Il match si innervosisce e l’arbitro fischia numerosi falli in mezzo al campo. La Spal è intimorita dalle fulminee ripartenze degli amaranto che al 34’ vanno nuovamente vicini al 3-0 con un tiro di Montalto dalla lunga distanza che viene bloccato in due tempi da Berisha. Nel finale, la Spal alza il baricentro e crea due brividi, prima con una punizione di Esposito che scheggia la traversa e successivamente con una gran botta di Valoti che chiama Nicolas all’intervento in tuffo.

Secondo tempo

Inizio di ripresa in discesa per la Reggina, che al 50’ aumenta le distanze grazie alla doppietta di Rivas. Marino manda in campo il duo Segre-Di Francesco e la Spal accorcia subito le distanze grazie al gol di Esposito su calcio di punizione. Gli amaranto provano a gestire il possesso del pallone per tenere la Spal lontana dalla propria porta.

Baroni manda in campo Menez e schiera i suoi con il 4-3-3. Al 62’, Montalto prova una conclusione potente dalla distanza che chiama Berisha all’intervento. Un paio di minuti dopo, è Loiacono a sfiorare il gol con un colpo di testa che termina di poco a lato. La chance più ghiotta, però, arriva al 65’ con Edera che tutto solo in area spreca clamorosamente mandando fuori.

Il match è ad appannaggio quasi esclusivo della Reggina che al minuto 68 cala il poker: miracolo di Berisha su Menez, sul pallone arriva Folorunsho che in tap in realizza il 4-1. Baroni opta per gli ingressi di Bianchi e Bellomo, il collega biancazzurro risponde con Tumminello e Murgia. La Spal alza progressivamente il baricentro mettendo in difficoltà gli amaranto, bravi comunque ad addormentare la partita e sfiorare il quinto gol con Folorunsho prima e Okwonkwo poi. 

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Volley, Soverato in trasferta domenica a Pinerolo

Matteo Brancati

Maturità, gli auguri di Oliverio e Corigliano

Matteo Brancati

Coronavirus, anche i sindaci calabresi onorano le vittime con il minuto di silenzio

Danilo Colacino
Click to Hide Advanced Floating Content