Calabria7

La Reggina stende il Vicenza con tre reti: salvezza ipotecata e sguardo ai playoff

reggina vicenza

di Antonio Battaglia – Il quarto risultato utile di fila, un successo che vale doppio e proietta la squadra a un finale di stagione tutto da scoprire. La Reggina si aggiudica lo scontro diretto con il Vicenza e fa sognare i tifosi (impossibilitati a seguire il match per gli incomprensibili problemi tecnici di Dazn) con un’altra prestazione impotente. 3-0 il risultato finale al termine di un match ad appannaggio esclusivo dei padroni di casa, bravi a mettere in chiaro le cose sin da subito e amministrare poi il gioco senza patemi. Tre punti pesanti come un macigno, decisivi per ipotecare la salvezza e cullare un sogno chiamato playoff.

Primo tempo

Avvio propositivo da parte degli amaranto, che dopo tre minuti passano in vantaggio con una sfortunata autorete di Nahuel Valentini su corner. Dopo tre minuti, gli amaranto raddoppiano con Edera che, pescato da Di Chiara, fredda Grandi con un mancino da dentro l’area. Il Vicenza prova immediatamente a scuotersi e il gioco si concentra prevalentemente a metà campo, ma è la squadra di casa a gestire i ritmi del gioco. 

Al 26’ lampo del Vicenza con un sinistro improvviso di Gori da dentro l’area che termina a lato. Gli ospiti insistono soprattutto sulla fascia sinistra, ma faticano a costruire azioni offensive. Al 40’ Nalini ci prova ma trova il muro difensivo degli avversari, mentre due minuti dopo è Bellomo a rendersi insidioso con un calcio di punizione che chiama Grandi all’intervento.

Secondo tempo

Nella ripresa la Reggina gestisce il possesso palla, nel tentativo di sfiancare il Vicenza di Di Carlo che opta per gli ingressi di Giacomelli e Mancini. Dall’altra parte, Baroni decide di mandare in campo Folorunsho e Denis. Al 56’, è proprio il Tanque a mettere un punto esclamativo sul match: liberato da Crisetig, l’attaccante argentino si trova davanti a Grandi e firma il 3-0. 

Gli amaranto continuano a manovrare il pallone e spingono con costanza nella metà campo avversaria, a fronte di un Vicenza incapace di reagire nonostante i cambi operati da Di Carlo. Al 72′ ci prova Padella con una conclusione insidiosa, ma il pallone esce di poco a lato. Dopo due minuti, gli ospiti avrebbero la possibilità di accorciare le distanze dal dischetto (fallo di mano di Lakicevic in area), ma Giacomelli si fa ipnotizzare dal portiere amaranto. Nel finale il Vicenza prova a rendere il passivo meno pesante, ma la Reggina resta in controllo e porta a casa tre punti pesantissimi.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Archeologia, evento a Motta San Giovanni per valorizzare tradizioni

Matteo Brancati

Soldi per scarcerare boss: oltre a Veneto, chiesto il processo per altri 5 (NOMI)

Gabriella Passariello

Vaccini: in Calabria somministrate 2.738 dosi, penultimo posto nella classifica dell’Aifa

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content