Calabria7

La ‘sorveglianza speciale’ e il ‘diritto al dissenso’ al centro di un convegno a Catanzaro (VIDEO)

 

Si è svolto oggi presso la sala giunta della Provincia di Catanzaro il convegno dal titolo ‘Sorveglianza speciale e diritto al dissenso’, introdotto e moderato dal docente dell’Università Magna Graecia Domenico Bilotti e durante il quale hanno relazionato Francesco Iacopino, avvocato del Foro di Catanzaro; Guido Lutrario, membro dell’esecutivo nazionale dell’USB e l’europarlamentare calabrese Laura Ferrara.

Lutrario, riferendosi a quanto avvenuto il 13 dicembre scorso – quando la Questura di Cosenza ha notificato una proposta di sorveglianza speciale a due attivisti e studenti cosentini, Jessica Cosenza e Simone Guglielmelli, impegnati nei movimenti per il diritto alla salute, all’abitare, contro le diseguaglianze di genere e nell’Unione Sindacale di Base – ha parlato di un “fatto molto grave”, in quanto “si pretende di neutralizzare l’attività di questi giovani in una regione con problemi drammatici. A me sembra che la Questura sia a corto di capacità di intervenire sulla realtà. Ovviamente, come USB, andremo avanti nella battaglia. Speriamo solo che la magistratura di Catanzaro abbia uno sguardo attento su quello che sta succedendo”. Lutrario, inoltre, ha fatto sapere che il giorno dell’udienza ci sarà un’iniziativa in Piazza per “denunciare un attacco alla libertà, alla democrazia e al diritto di organizzazione sindacale”.

Per il docente universitario Domenico Bilotti, l’“evento organizzato oggi ha avuto un grande merito: quello di consentire il confronto fra tre realtà che, normalmente, non è che abbiano interagito con questa franchezza. Al di là della vicenda singola, penso che il segno più bello del pomeriggio che si è trascorso sia proprio quello di aver testimoniato che, in una fase del genere, la protezione della sicurezza individuale e collettiva non passa dalla compressione degli spazi di libertà”.

Secondo l’avvocato penalista Francesco Iacopino occorre “riflettere intorno a un tema sul quale si innesta un delicato rapporto tra l’autorità e le libertà”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Le richieste del sindaco di San Ferdinando a Salvini (SERVIZIO TV)

Carmen Mirarchi

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” al fianco delle famiglia Nicolosi

Carmen Mirarchi

Ricercato per omicidio e rapina in Germania, 36enne lametino si costituisce ai carabinieri

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content