Calabria7

La truffa delle ‘telefonate mute’ arriva a Catanzaro, di che cosa si tratta

Le segnalazioni sono tante già da qualche settimana e la truffa, purtroppo, si sta propagando anche a Catanzaro.

Stiamo parlando delle cosiddette “ping calls”, ovvero telefonate mute o squilli, provenienti da alcuni Paesi come Tunisia, Moldavia, Tanzania, Bielorussia e Kosovo.

Ma come funziona la truffa? Semplice. Sullo smartphone dei cittadini arrivano degli squilli da un numero sospetto. Gli stessii, ignari di tutto, chiamano (anche per curiosità) allo stesso numero, incappando in una brutta sorpresa: dall’altra parte del telefono sentiranno solo voci confuse. In realtà l’utente è stato reindirizzato automaticamente a una linea finto che preleva fino a 1,50 euro per ogni secondo che resta in linea.

Di seguito i prefissi pericolosi: Tunisia (+216) alla Moldavia (+373), dal Kosovo (+383) alla Bielorussia (+375) fino alla Lettonia (+371) e alla Tanzania (+ 255). Il consiglio è quello di non richiamare il numero.

Redazione Calabria 7

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Consiglio comunale Catanzaro, deserta prima convocazione

manfredi

Malore in un supermercato a Catanzaro, sul posto 118 e carabinieri

manfredi

Acqua, stop erogazione a Catanzaro in quartiere Siano

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content