Calabria7

La Vibonese fa tremare la capolista ma crolla nel finale. Vantaggiato salva la Ternana

vibonese-ternana

La Vibonese sfiora la più grande delle imprese ma crolla nel finale allo stadio “Luigi Razza” al cospetto della capolista Ternana che infila la nona vittoria consecutiva dopo aver rischiato di incassare la prima sconfitta in campionato. Sotto di un gol all’intervallo, i rossoblù hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, pareggiato, ottenuto il sorpasso, fatto tremare i primi della classe. Peccato perché giocando ogni tre giorni la squadra di Galfano è arrivata sul rettilineo finale in riserva e la Ternana ne ha approfittato con la sua panchina più lunga, la freschezza di chi mercoledì scorso non ha giocato e la classe di un organico da serie B. A decidere il match ci ha pensato Vantaggiato, entrato nella ripresa e autore della doppietta decisiva assestata nel finale. Il gol vittoria addirittura nel primo minuto di recupero per il tre a due finale. Doccia fredda per la Vibonese che esce comunque dal campo a testa alta.

Primo tempo

Galfano conferma il 3-4-3 con il rientrante Redolfi al centro della difesa e riconferma Rasi in mezzo al campo. Lucarelli punta invece sul solito 4-2-3-1 e ha l’imbarazzo della scelta per via di una rosa assortita e completa in ogni reparto. La differenza di qualità non si nota in avvio di partita e la Vibonese parte fortissimo. Statella impegna subito Iannarilli, Proietti risponde subito ma trova la pronta risposta di Marson (preferito a Mengoni). Le migliori cose arrivano sull’asse di destra con Berardi e Ciotti che mettono in difficoltà Mammarella ma non sfruttano due ghiotte occasioni concesse dalla difesa umbra. Proprio l’esterno sinistro della Ternana sblocca il risultato al 38′. Prima sfiora il gol con una grande punizione che Marson smanaccia in angolo togliendo la palla dall’incrocio dei pali. Il giovanissimo portiere della Vibonese è croce e delizia e qualche istante dopo prende direttamente dal corner con Mammarella che si veste da Palanca. Si va all’intervallo con la Ternana avanti.

Secondo tempo

Ripresa più scoppiettante. A suonare la riscossa ci pensa Rasi che al 13′ taglia a fette la Ternana, impegna Iannarilli che risponde anche a Berardi ma non può nulla su Plescia che segna il suo quarto gol in campionato e fissa il risultato sull’uno a uno. Lucarelli corre quindi ai ripari e si affida alla panchina lunga per rimediare. Entrano in rapida successione Paghera, Peralta, Damian e soprattuto Vantaggiato. La differenza è tutta qui malgrado la Vibonese vada anche in vantaggio con un perfetto colpo di testa di Redolfi sugli sviluppi di un angolo. L’impresa sembra possibile quando Marson compie una parata pazzesca su Vantaggiato ma nel finale l’attaccante degli umbri si scatena e ribalta la situazione nel giro di dieci minuti. Il sogno dei rossoblù si spegne quindi ai titoli di coda ma è una sconfitta che dimostra il valore di una squadra esausta fisicamente ma che ha saputo lottare fino alla fine con la prima della classe.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Alessandro, il campioncino che sogna una scuola di vela a Catanzaro (SERVIZIO TV)

Maurizio Santoro

Cassazione conferma incandidabilità per l’ex sindaco di Ricadi

Matteo Brancati

Gdf, compagnia Vibo Valentia diventa gruppo

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content