Calabria7

La Vibonese interrompe la striscia positiva: passa il Potenza al fotofinish

di Antonio Battaglia – E’ un mal di trasferta quasi incurabile, unico neo di una stagione sin qui sorprendente. Il “Viviani” si conferma fortino praticamente inespugnabile e condanna ai titoli di coda una bella Vibonese.

Anche quest’oggi, i rossoblu non hanno lasciato nulla di intentato al caso: intensità, sacrificio e solidità ineccepibili, non sufficienti però a conquistare quello che sarebbe stato un pari meritatissimo. Quando tutto sembrava essere indirizzato all’ennesimo risultato utile, ecco il gol che non ti aspetti. In attesa di Catanzaro-Catania, la squadra di Modica rimane ferma al decimo posto: per mantenere il treno playoff, però, servirà dare una immediata sterzata al trend esterno.

Partita incandescente sin dall’inizio, con le due squadre che si studiano a vicenda. La prima mezzora, ad onor del vero, è a quasi totale appannaggio del Potenza, che già all’11’ sfiora la rete: Murano avanza sull’out di destra e mette in mezzo per Longo, che prova la girata concludendo però a lato. Gli ospiti tengono bene la difesa, ma mai riescono ad affacciarsi dalle parti di Ioime.

Il brivido più grande lo crea al minuto 44 Isgrò, che supera con un colpo di testa Greco costringendo Altobello al miracolo sulla linea di porta. Nella ripresa si registra una partita apertissima e allo stesso tempo nervosa, con tanti falli e anche diversi cartellini gialli. Il Potenza, dalla sua, continua a manovrare bene il pallone senza però trovare gli spazi giusti per affondare.

La Vibonese è rinvigorita dagli azzeccati cambi di Modica, ma al 65′ rischia di subire lo svantaggio: Murano entra in area di rigore, prova ad anticipare Greco con la punta del piede ma non riesce a centrare lo specchio. Bubas impensierisce talvolta gli avversari, ma spesso si tratta di situazioni sterili. Il Potenza dimostra di avere più consapevolezza e all’83’ sfiora ancora una volta l’1-0: Ferri Marini si inserisce in area e colpisce di testa da posizione ravvicinata, trovando però un autentico miracolo di Greco che respinge in angolo.

La sciocchezza, fatale per il match degli ipponici, la compie Bubas all’83’ con un fallo a metà campo che gli costa l’espulsione. Gli ospiti accusano l’inferiorità numerica e, quando ormai il match sembrava essere indirizzato sui binari del pari, França regala i tre punti ai suoi con un bel colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. E’ il minuto 90, non c’è più niente da fare: la Vibonese rimedia una brutta sconfitta e conferma il negativo trend esterno.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale, Regionali: Oliverio in versione Jackson. Se “resuscita” è come in Thriller

Danilo Colacino

Atletica, si corre a Girifalco in memoria dei caduti di Monte Covello

nico de luca

Volley, diversi test per la Tonno Callipo di mister Cichello

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content