Calabria7

La Vibonese ritrova la via del gol ma la Juve Stabia non perdona: altra sconfitta

Il gol arriva, la vittoria no. La Vibonese resta ultima in classifica, in piena zona retrocessione. Al “Luigi Razza” incassa la seconda sconfitta consecutiva: trafitta e affondata dalla Juve Stabia. Non basta la prima rete stagionale segnata in una partita ufficiale dai rossoblù. Le Vespe si impongono quasi in scioltezza con il punteggio di tre reti a una e Novellino festeggia il primo successo in campionato.

Primo tempo

D’Agostino mischia le carte ma riconferma il 4-2-3-1 con Cattaneo sottopunta, Persano unico terminale offensivo, Grillo preferito a Senesi, Gelonesi e Golfo in panchina. Novellino deve fare di necessità virtù senza Eusepi e con il neo-acquisto Evacuo a mezzo servizio. La partenza della Vibonese è illusoria. Spina mette il turbo ma i rossoblù si spengono quasi subito e alla distanza viene fuori la Juve Stabia. Mengoni deve ricorrere agli straordinari per ribattere una velenosa conclusione di Bentivegna che poco dopo sfiora il vantaggio con un sinistro da dentro l’area. Tutto cambia a pochi istanti dall’intervallo quando Rizzo brucia in velocità Ciotti che lo atterra. L’arbitro concede il rigore e dal dischetto Berardocco non sbaglia. Zero a uno e tutti negli spogliatoi.

Secondo tempo

Ripresa più vivace con la Juve Stabia che assesta il colpo di grazia. Lo scatenato Bentivegna imbocca l’autostrada lasciata vacante da Vergara e compagni siglando il raddoppio. Mengoni nulla può ed è zero a due. D’Agostino corre ai ripari e la mossa della disperazione è La Ragione per Persano. Poi entrano anche Bellini e Golfo. A riaprire il match ci pensa Basso con un destro che si insacca all’incrocio dei pali. Torna l’entusiasmo ma Sarri non corre altri pericoli e in contropiede Schiavi impegna prima Mengoni e poi costringe Ciotti a un nuovo fallo da rigore. Stavolta sul dischetto va Evacuo che spiazza il portiere rossoblù e regala i tre punti alle Vespe. Prima del triplice fischio finale Polidori trova il tempo per commettere un inutile fallo e viene espulso. Salterà la trasferta di Andria ma questa è un’altra storia.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Maxi processo Rinascita Scott, la Dda di Catanzaro chiede la ricusazione del giudice

Mimmo Famularo

Limbadi, perde l’equilibrio e cade dal balcone: è grave

Andrea Marino

Imprese balneari, Spirlì: “Risposte tempestive per avvio stagione turistica”

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content