Calabria7

La Vibonese sfiora il colpaccio ma cede alla Turris nei minuti finali: solo un pari al “Liguori”

turris-vibonese

di Antonio Battaglia – Subisce la pressione degli avversari, passa clamorosamente in vantaggio, resiste stoicamente ma crolla nel finale dopo aver regalato ai biancorossi buona parte della seconda frazione. Turris e Vibonese non si fanno male e dividono la posta in palio con un 1-1 che non rispecchia le reali emozioni del match. La squadra di Galfano si conferma avversario scomodo, con caratteristiche simili a quelle dei corallini che per larghi tratti della prima frazione avevano macinato occasioni salvo infrangersi sulla retroguardia ospite per mancanza di varchi e addirittura subire la rete del vantaggio rossoblù. Dopo una prima parte della ripresa animata dallo stesso canovaccio, Fabiano ha impresso una significativa sterzata all’equilibrio del match con le sostituzioni che si sono rivelate azzeccatissime. Un punticino che sa di rammarico per i Galfano boys, vicinissimi al colpaccio ma colpevoli allo stesso tempo di aver abbassato il baricentro concedendo generosamente agli avversari la rete del pari.

Primo tempo

A inizio gara le due squadre si studiano a vicenda alternandosi in un costante possesso del pallone. Il match si assesta su ritmi non altissimi, ma entrambe le squadre provano a impostare senza buttare via il pallone. Il primo brivido lo crea la Turris con un ottimo suggerimento di Franco all’indirizzo di Longo che viene intercettato da Redolfi. La reazione della Vibonese arriva dai piedi di Berardi, che dapprima non approfitta di un errore difensivo da parte di Di Nunzio e in seguito si fa spazio tra le linee venendo atterrato fallosamente al limite dell’area. Sul calcio piazzato seguente, Abagnale viene impegnato da una conclusione di Vitiello.

I rossoblù arrivano con più semplicità alla conclusione e obbligano la retroguardia di casa agli straordinari sulle conclusioni di Spina e Tumbarello. Il match è un batti e ribatti delle due compagini in campo, che si alternano in diverse ripartenze senza tuttavia riuscire a sbloccare il match. Al 33′, ecco la svolta a tinte rossoblù con un pallonetto di Plescia che scavalca Abagnale e finisce in rete. La Turris prova subito a reagire con una conclusione pericolosa di Franco che chiama Marson all’intervento. Dopo qualche minuto è Pandolfi a creare un brivido, mentre all’ultimo istante Spina colpisce la barriera su un buon calcio di punizione.

Secondo tempo

Nella ripresa va in scena lo stesso copione che ha animato la prima frazione. Al 48′ Abagnale si supera con una parata incredibile sulla conclusione di Spina, mentre cinque minuti dopo è il collega Marson a bloccare il tentativo di Tascone. La Turris prova subito la verticalizzazione per le punte, ma la retroguardia ospite fa buona guardia e mantiene stoicamente il vantaggio. Galfano opta per l’ingresso di Parigi, il collega biancorosso risponde con la sostituzione Signorelli-Alma ma il canovaccio del match non muta.

La Turris prova a scardinare il perfetto meccanismo difensivo degli ospiti ma al minuto 84 Di Nunzio spreca da pochi passi l’occasione del pari. Tre minuti dopo il direttore di gara annulla ai padroni di casa il pari, che arriva però sulla azione seguente con un perfetto colpo di testa di Romano sugli sviluppi di un corner. Nel recupero ci sarebbe anche la chance del vantaggio un un colpo di testa da parte di Persano, che non riesce però a centrare lo specchio della porta.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Agroalimentare, riconoscimento Igp per la ‘nduja di Spilinga

Mirko

Scuola, Bevacqua (Pd): “La Regione continua a navigare a vista”

Giovanni Bevacqua

Vaccini: in Calabria somministrate 2.738 dosi, penultimo posto nella classifica dell’Aifa

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content