l'inviato

L’altra faccia di Vibo, la banlieue di Portosalvo: 70 famiglie sono costrette a vivere tra degrado e disperazione (VIDEO)

I residenti puntano il dito contro Comune e Aterp e da anni chiedono la messa in sicurezza degli alloggi popolari che rischiano di collassare

L’altra faccia della città capoluogo che a pochi mesi dal rinnovo del consiglio comunale si presenta in grande difficoltà soprattutto dal punto di vista urbanistico. Dopo il rione “Vaccaro” di Vena Superiore le nostre telecamere si accendono su un’altra “favelas” della città capoluogo incastonata nella periferia della frazione Portosalvo. Si tratta del rione Case popolari dove centinaia di cittadini sono costretti a vivere in tre blocchi di case popolari fatiscenti che dopo anni di mancata manutenzione rischiano di cadere a pezzi.

Assente ogni tipo di confort

Assente ogni tipo di confort

In questi fabbricati manca ogni tipo di comfort nonostante le continue proteste dei residenti i quali puntano il dito non solo contro l’amministrazione di palazzo “Luigi Razza” ma anche contro i vertici dell’ Aterp. Da anni i condomini degli alloggi popolari chiedono la messa in sicurezza dei fabbricati che rischiano seriamente di collassare. Da anni mancano gli infissi esterni e in numerose abitazioni anche quelli interni. I muri esterni cadono a pezzi. In uno dei palazzoni si vedono le armature in ferro attaccati dalla ruggine. Per non parlare dei piazzali esterni invasi dalle erbacce e dai rifiuti.

I disagi si moltiplicano nelle giornate più calde

“Con le giornate calde – hanno sottolineato a microfono spento alcuni residenti – i disagi si moltiplicano perché manca l’acqua e siamo invasi di insetti, topi e serpenti. Siamo costretti a tenere i figli in casa anche per i cani randagi che sono un pericolo da non sottovalutare. Chiediamo al sindaco in carica e al futuro di mettere in agenda la riqualificazione delle periferie come la nostra. Fino adesso la nostra voce è rimasta inascoltata”. Altre banlieue si trovano nella cintura urbana del capoluogo che noi andremo a scovare per raccontarle. Il voto che si cerca. Ai cittadini bisogna meritarlo. Non è giusto che in città e nelle frazioni ci siano cittadini di serie A e di serie B. Dal 1980 racconto questo degrado. Speriamo che la prossima amministrazione dia di centrodestra che di centrosinistra possa risolverlo definitivamente. Personalmente non tifo per nessuno. A scanso di equivoci.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
Romano Bucci: "Si è trattato di uno scontro di gioco su un cross, uno dei due ragazzi intervenuti ha avuto la peggio con un trauma cranico"
Tra le Regioni con performance ‘intermedie’ nella spesa sviluppo software figura anche la Calabria
l'inviato
Sotto osservazione l’impianto consortile di Acquaro, Arena e Dasà da cinque anni fermo e quello di Pizzo che vomita in mare di tutto
Segnalata diverse criticità nel Catanzarese. I vigili del fuoco impegnati senza sosta anche in provincia di Cosenza
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved