Calabria7

L’Asd Atletico Sellia Marina va in 1ª categoria

di Antonia Opipari – La storia si ripete e con una giornata di anticipo l’Atletico Sellia Marina festeggia la promozione in prima Categoria. Del resto, che gli undici leoni, sul logo e nel campo da gioco, fossero “più che un club” calcistico se ne erano accorti tutti. La passione, l’amicizia e l’impegno sono stati alla base di un successo che si ripete: lo scorso anno si era passati dalla terza alla seconda Categoria con due giornate d’anticipo, quest’anno il campionato si chiude con una partita ancora da giocare e la tanto faticata promozione.

Quello dell’Asd Sellia Marina è un sogno che comincia tra anni fa quando: «dopo cinque anni di solo settore giovanile ci siamo resi conto che a questa società serviva fare un passo in più, occorreva mettere in piedi una prima squadra che avesse un compito ben definito, quello di aggregare un paese intero e dare il giusto sfogo sportivo ad una generazione di ragazzi – racconta il Presidente Nicola Amelio -. Ad agosto del 2017 era molto chiaro il nostro intento: vincere il campionato di terza categoria. Con una giusta dote tecnica, con inserimenti molto oculati si è creato un vero gruppo, uno spirito di squadra che una domenica dopo l’altra “macinava” goal e spettacolo ovunque. E questo è continuato fino ad oggi. L’entusiasmo poi, si è trasformato in emozione e l’emozione ci ha portati in 1ª Categoria! È questo un traguardo di sport che si è raggiunto, con umiltà e tenacia, un proposito sociale».

Oggi la straordinaria compagine calcistica è diventata l’orgoglio di una comunità che ha fatto del piccolo leone la propria bandiera e ora, unitamente alla scuola calcio l’offerta sportiva selliese può dirsi più che mai competitiva, con tutto ciò che questo comporta a livello collettivo: unione, rispetto e solidarietà.

Ma serve di più. Finora gli sforzi della Società sono stati immani e ne è valsa la pena. Una squadra a questo livello è l’orgoglio di tutta la cittadinanza selliese per cui «chiediamo che ci venga data una mano per affrontare quanto una squadra in prima Categoria deve sostenere» fanno sapere dalla dirigenza della Società. E non si sa mai che lo spirito di unità e sostegno finora dimostrato continui, più di prima.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, nella provincia di Catanzaro effettuati già 3400 test sierologici su docenti

Damiana Riverso

Regione, Daniele Rossi rinuncia all’incarico di consulente del presidente Spirlì

bruno mirante

Coronavirus, Cuffaro: “Potenziare Policlinico Germaneto di Catanzaro”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content