L’Asp di Catanzaro inverte il trend e abbatte le lunghe liste d’attesa

Negli anni 2022 e 2023 sono state effettuate più di 140mila prestazioni oltre l'atteso
asp catanzaro

L’attività straordinaria messa in campo dall’Asp di Catanzaro per l’abbattimento delle liste d’attesa ha dato nell’ultimo semestre 2023 dei risultati considerevoli. Grazie all’intensificazione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali effettuate anche nei giorni festivi con attività mirate anche durante il fine settimana, l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro è riuscita ad invertire il trend delle lunghe attese. Non solo, le proiezioni per il 2024 prevedono un notevole abbassamento dei tempi di attesa, così come richiesto dal commissario straordinario alla sanità calabrese Roberto Occhiuto.

Infatti, analizzando nel dettaglio i dati forniti dal Centro Unico Prenotazioni (CUP) si evidenzia che il volume di prestazioni erogate nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno 2023 ha superato il valore atteso proiettato, confermando l’utilità delle attività ambulatoriali h12 in giornate dedicate al recupero delle prestazioni specialistiche, già prenotate nelle agende esposte sulla piattaforma del Cup, ottenendo il duplice vantaggio del recupero di prestazioni e dell’abbattimento dei tempi d’attesa. A settembre, prima delle iniziative straordinarie, la proiezione dava un valore, mentre dopo le iniziative messe in campo dall’Asp il valore si è rivelato più alto con un consolidato che è notevolmente superiore alla proiezione.

Infatti, analizzando nel dettaglio i dati forniti dal Centro Unico Prenotazioni (CUP) si evidenzia che il volume di prestazioni erogate nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno 2023 ha superato il valore atteso proiettato, confermando l’utilità delle attività ambulatoriali h12 in giornate dedicate al recupero delle prestazioni specialistiche, già prenotate nelle agende esposte sulla piattaforma del Cup, ottenendo il duplice vantaggio del recupero di prestazioni e dell’abbattimento dei tempi d’attesa. A settembre, prima delle iniziative straordinarie, la proiezione dava un valore, mentre dopo le iniziative messe in campo dall’Asp il valore si è rivelato più alto con un consolidato che è notevolmente superiore alla proiezione.

I dati

In particolare, nel 2022 l’Asp ha erogato un totale di 2.041.058 prestazioni e le proiezioni fatte il 30 settembre 2023 per tutto l’anno ipotizzavano 2.162.643 prestazioni; questa stima è stata ampiamente superata, raggiungendo a fine anno, quindi considerando gli ultimi tre mesi del 2023, quota 2.303.555 prestazioni. Quindi più di 140mila prestazioni oltre l’atteso. Il risultato è stato possibile grazie alle iniziative attivate con la delibera aziendale numero 1251 del 25.10.2023, che ha adottato il DCA 146 del 09.06.2023, rafforzando ulteriormente il piano di recupero delle prestazioni. 

“Il risultato – fanno sapere dall’Asp – è da ascrivere alla capacità organizzativa del personale del CUP e alla competente disponibilità del personale sanitario che, con professionalità e senso di responsabilità, ha lavorato anche nei giorni festivi. Le giornate straordinarie hanno consentito anche un focus più attento sull’appropriatezza prescrittiva; ancora troppe, a giudizio dell’Azienda che ha analizzato i dati, le situazioni cliniche che dovrebbero essere prese in carico dai medici di medicina generale senza ricorrere allo specialista”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Alessandro Besentini e Francesco Villa si sono distinti per la capacità di intrattenere gli spettatori con alcuni sketches conosciuti in forma ridotta nei loro programmi tv
La Perla del Tirreno si converte alle vacanze di lusso. Lo scorso anno si sono registrate 500mila presenze e, solo dalla tassa di soggiorno, il Comune ha incassato un milione e 150 mila euro
Fine settimana contrassegnato dall'anticiclone africano soprattutto nelle regioni meridionali
"Difendiamo il prodotto italiano" è lo slogan della mobilitazione degli agricoltori
Tra i rifiuti bruciati c'era anche della plastica, i cui fumi inalati rischiano di provocare un avvelenamento da sostanze chimiche tossiche e danni alla trachea, alle vie respiratorie e ai polmoni
È il modello che viene utilizzato per il versamento di tributi, contributi e premi e permette, nella stessa operazione, anche la compensazione di eventuali crediti
In genere avviene dopo 10 anni, ma ci sono anche casi in cui interviene prima: in quali casi succede
Da gennaio 2024 sono stati confermati 5 cinque casi nella stessa regione
L'Intervista
Lo scenario prefigurato dal docente Unical che estende il problema a tutto il Paese: "Lo Stato rischia di fallire"
l'inviato
In 200 vivono nel totale degrado in uno degli angoli più nascosti della tanto osannata Perla del Tirreno. Mezzo secolo di promesse e mancate risposte
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved