Lavori in cantiere sotto sequestro, misura cautelare per proprietario

Carabinieri Tropea

Nella mattinata di ieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Soverato, si recavano ad Isca, nel Catanzarese, sullo Ionio presso i cantieri navali siti in Località Lampi, sottoposti a sequestro probatorio da parte dell’Autorità Giudiziaria circa un mese fa. Giunti all’esterno dell’area, i militari notavano alcuni veicoli parcheggiati all’interno della stessa e procedevano quindi ad un controllo più accurato.

Nella circostanza, all’interno di uno dei capannoni adibiti alla costruzione e alla manutenzione di imbarcazioni e di natanti da diporto, veniva rilevata la presenza del proprietario del cantiere, e di alcuni dipendenti sorpresi mentre erano intenti a lavorare le imbarcazioni. I militari appuravano, dunque, l’avvenuta rimozione dei sigilli e la ripresa dell’attività lavorativa all’interno dell’area sottoposta a sequestro. I dipendenti, ascoltati in merito ai fatti accaduti, si dichiaravano totalmente ignari dell’attuale stato di sequestro al quale il cantiere era sottoposto.

Nella circostanza, all’interno di uno dei capannoni adibiti alla costruzione e alla manutenzione di imbarcazioni e di natanti da diporto, veniva rilevata la presenza del proprietario del cantiere, e di alcuni dipendenti sorpresi mentre erano intenti a lavorare le imbarcazioni. I militari appuravano, dunque, l’avvenuta rimozione dei sigilli e la ripresa dell’attività lavorativa all’interno dell’area sottoposta a sequestro. I dipendenti, ascoltati in merito ai fatti accaduti, si dichiaravano totalmente ignari dell’attuale stato di sequestro al quale il cantiere era sottoposto.

A quel punto, il proprietario, nonché custode giudiziario del bene posto sotto sequestro, è stato dichiarato in arresto in flagranza di reato per la fattispecie prevista dall’art 349 cp. co.2, su disposizione del sostituto procuratore di turno presso la procura di Catanzaro.

Questa mattina si è celebrata l’udienza di convalida dell’arresto di fronte al Gip del Tribunale di Catanzaro. La sezione prima penale ha convalidato l’arresto ed ha disposto per l’arrestato la misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Isca sullo Ionio, prescrivendo allo stesso di non accedere al predetto comune senza autorizzazione dell’autorità giudiziaria presente.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si trova attualmente agli arresti domiciliari ed è accusato di aver perseguitato con diverse condotte una donna conosciuta nel corso di una cena
Il prossimo sabato 25 maggio l’incontro “Con Giorgia i giovani cambiano l’Europa”. Ci saranno i candidati alle elezioni europee
La squadra in Lombardia con un volo charter. Si trasferirà in una struttura vicino a Cremona per il ritiro prepartita abituale
L'imputato secondo l'accusa, si sarebbe fatto praticare rapporti orali da una minorenne in cambio di una somma di denaro
Operazione della Guardia di Finanza nel contrasto al lavoro sommerso. Scoperti dodici lavoratori completamente senza contratto
Torna a crescere la fiducia degli italiani verso le istituzioni, pubbliche e private, ma solo una parte raccoglie oltre la metà dei consensi
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved