Calabria7

L’avvocato di Giuseppe Iaquinta: “Potrebbe avere il Covid in carcere”

“Giuseppe Iaquinta potrebbe avere il Coronavirus in carcere”. Lo dice l’avvocato Ernesto De Toni che difende il padre dell’ex calciatore della Juve e campione del mondo 2006 con la Nazionale.

A dare la notizia è il Carlino di Reggio Emilia. Iaquinta è detenuto nel carcere di Voghera dopo la condanna a 19 anni per associazione mafiosa in primo grado nel processo ‘Aemilia’ contro la ‘ndrangheta e gli affari criminali della cosca Grande Aracri in provincia di Reggio Emilia e non solo. “Il medico del carcere – afferma il legale – ha chiesto che fosse sottoposto al tampone, ma ancora non lo ha fatto. Non ha la febbre, ma ha mal di gola e si trova in una sezione con altri che hanno avuto il Covid. Uno di loro è morto. Giuseppe soffre di problemi cardiaci per i quali in dicembre è stato ricoverato”. Iaquinta ha compiuto ieri 63 anni.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie B, Crotone e Cosenza da salvezza

manfredi

Coronavirus in Calabria, in lieve aumento i nuovi casi positivi: 2 decessi e 127 guariti

bruno mirante

Fiori sugli alberi distrutti della pineta di Siano, l’idea di un giovane catanzarese

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content