L’editoriale, Regionali: nel centrosinistra vige il…Vai avantu tu, che mi vien da Ridere

di Danilo Colacino – “Vai avanti tu, che mi vien da Ridere”. Sembra essere questa la prospettiva della candidatura a governatore nel centrosinistra ‘istituzionale’. E già, perché mentre nella coalizione formata da Forza Italia, Fdi e Lega, tutti si affannano a spuntarla sentendo il profumo di vittoria che emana forte da ogni sondaggio, dalla parte opposta è tutto un “No grazie, non c’è fretta, si accomodi prima lei”.

Una corsa all’indietro, insomma. E il motivo è fin troppo chiaro. Nello schieramento esiste il più che concreto rischio di arrivare terzi, se non addirittura quarti alle spalle  pure del battagliero Carlo Tansi o di un magari redivivo M5s oltreché come ovvio di un favoritismo centrodestra, e quindi di restare a bocca asciutta persino per l’obiettivo minimo di ottenere un seggio da consigliere a Palazzo Campanella. Un bel tonfo davvero, oltretutto salvo prodigi dell’ultima ora, per giunta annunciato.

Una corsa all’indietro, insomma. E il motivo è fin troppo chiaro. Nello schieramento esiste il più che concreto rischio di arrivare terzi, se non addirittura quarti alle spalle  pure del battagliero Carlo Tansi o di un magari redivivo M5s oltreché come ovvio di un favoritismo centrodestra, e quindi di restare a bocca asciutta persino per l’obiettivo minimo di ottenere un seggio da consigliere a Palazzo Campanella. Un bel tonfo davvero, oltretutto salvo prodigi dell’ultima ora, per giunta annunciato.

Ed è proprio questo l’astuto gioco che si sta facendo in casa Pd e dintorni, meditando sull’idea dello scontato flop. Chiunque sarà l’aspirante presidente per conto di Democrat e soci infatti si immola e, se si schianta nelle urne, è decisamente out per l’avvenire. Quello immediato, almeno. Una prospettiva non certo negativa, anzi tutt’altro, per chi ha appunto in mente di fare altro e vuole campo libero proprio per farlo. In altre parole, di posto ce n’è. E tanto pure.

Ma le poltrone ‘comode’ al momento, e probabilmente anche nel prossimo futuro, sono pochine e vanno individuate con attenzione. Una cura estrema, che consiste anche e soprattutto nel far accomodare qualche pericoloso avversario interno sulla sedia sbagliata. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Emergono altri dettagli dall'inchiesta della Dda di Bologna: i profitti reimpiegati in 14 società intestate a prestanome
Eseguite 41 misure cautelari a carico di presunti affiliati alla 'ndrangheta reggina e crotonese. I dettagli e i numeri dell'inchiesta della Guardia di Finanza
Si tratta dell'ammissione più esplicita da parte dei cinesi che qualcosa di anomalo possa essere accaduto, anche se il governo di Pechino ha sempre negato
Quello del 2 giugno, secondo gli esperti, sarà un Ponte dai due volti sul fronte meteorologico
Coinvolto un soggetto ritenuto vicino ai clan locali, gravato da numerosi precedenti penali. Sigilli a 5 abitazioni e 2 terreni
Grande soddisfazione per i docenti del Dipartimento di Matematica e Fisica del Liceo catanzarese, da sempre fucina di talenti
L'associazione dei consumatori chiama in causa i pesanti rincari che si sono abbattuti sul comparto turistico.
Ecco il quadro del sondaggio Swg per il Tg La7 che delinea le intenzioni di voto nel giorno in cui il centrodestra fa il pieno nei ballottaggi delle elezioni comunali 2023
Trovato in possesso di numerosissimi contenuti riconducibili allo Stato Islamico, tra cui video di esecuzioni e manuali relativi alle armi e al confezionamento di ordigni
Smantellata un'organizzazione internazionale. Disposte numerose misure cautelari in carcere in tutta Italia
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved