Calabria7

Lega contro il reddito di cittadinanza: “La misura deve essere riformata”

Amministrative Lega

“Ha ragione Matteo Salvini quando chiede una riforma della misura. A distanza di qualche anno dal riconoscimento del reddito di cittadinanza si possono tirare le file della efficienza e necessità di tale misura. Se, da una parte, è stata una determinazione che ha sostenuto le persone in difficoltà, dall’altra, per la sua cattiva costruzione legislativa, ha portato a truffe ed all’utilizzo diverso da quello per la quale era stata deliberata”. ​​​​​​​​​Così il Commissario regionale della Lega, Giacomo Francesco Saccomanno.

Infatti – si legge nella nota stampa -, hanno usufruito di tale sostegno anche persone che non avevano le condizioni per ottenerlo, persone che sono giunte in Italia per lavorare e non per avere sostegni di tal tipo, persone che non hanno mai pagato le tasse nella nostra Nazione, e, quel che è più grave, vi è stato un impoverimento del mercato del lavoro, in quanto i soggetti fruitori invece di cercare di inserirsi in tale settore, hanno preferito acquisirlo e poi e spesso lavorare in nero. Con la evidente conseguenza che – continua Saccomanno –, da una parte, si è quasi sostenuta l’evasione e l’illecito e, dall’altra, si è creato un meccanismo in cui è venuto a mancare la mano d’opera o questa poteva utilizzarsi solo in nero”.

“Misura completamente errata”

“Situazione aberrante – conclude il Commissario regionale della Legache ha indebolito il sistema occupazionale e che, allo stato, ha messo in forte difficoltà le imprese, gli artigiani, gli agricoltori, e tutte quelle attività, specialmente stagionali, che ora non hanno quella mano d’opera che è imprescindibile per la prosecuzione dell’attività. Un danno pesantissimo che deve essere, assolutamente e celermente, riparato, per evitare che si perdano quelle piccole imprese, a volte anche familiari, che sono la base della forza economica italiana. Una misura, quella del reddito di cittadinanza, completamente errata per la sua costruzione normativa e che risulta, veramente, un vero e concreto danno, oltre che una pacifica beffa per i tanti italiani che soffrono una crisi esistente da tempo e che pagano regolarmente le tasse, rispetto a chi spesso è quasi sconosciuto al fisco.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, Conte al Parlamento: ‘Valutiamo riapertura sperimentale’

Andrea Marino

Catanzaro, Abramo sollecita l’Asp: “Convochino Conferenza dei sindaci”

Andrea Marino

Coronavirus, Mac: “Invitiamo il sindaco di Reggio a richiedere una task-force”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content