Calabria7

L’Empoli asfalta il Cosenza e vola in Serie A: situazione disperata per i silani

empoli-cosenza

di Antonio Battaglia – Per una squadra che vola in Serie A ce n’è una che arranca e precipita in una situazione sempre più difficile da sbrogliare. Il Cosenza subisce una sonora sconfitta dalla capolista Empoli e ritorna al ko dopo la recente vittoria contro il Pescara. 4-0 il risultato finale di un match senza storia, con i Lupi in partita solo per mezz’ora e incapaci di costruire azioni degne di nota di fronte al ben più valido avversario. Il match di lunedì prossimo contro il Pordenone deciderà tutto, ma il Cosenza sembra essere oramai vicino alla retrocessione in Serie C.

Primo tempo

Nei primi minuti si fa subito vivo l’Empoli, che al 2’ si rende pericoloso con un cross insidioso di Haas per Mancuso. La reazione sillaba arriva tre minuti dopo, con un cross al centro di Tremolada per Gliozzi che gira al volo senza però trovare la porta. I padroni di casa tentano di creare azioni corali, usufruendo di ogni effettivo e alzando il baricentro, ma il tutto si risolve in un nulla di fatto. Al 20’ Gliozzi devia verso la porta un assist di Carretta, ma Nikolaou si oppone adeguatamente. Sei minuti dopo è Haas a impegnare Saracco con un bel colpo di testa, mentre al 28’ La Mantia centra la traversa mediante uno stacco imperioso.

L’Empoli continua a dominare e al 30’ passa in vantaggio: l’arbitro ravvisa un fallo di Idda su La Mantia e comanda il penalty, poi realizzato da Mancuso. La squadra di Dionisi sfrutta gli spazi concessi dalla retroguardia ospite e al 39’ raddoppia: Stulac prova la conclusione dal limite dell’area, il tiro debole e rasoterra del regista empolese diventa un assist per La Mantia che furbescamente devia palla in rete mandando controtempo Saracco. 

Secondo tempo

In avvio di gara è Carretta a farsi notare subito con una conclusione dalla trequarti che finisce tra le braccia di Brignoli. I toscani sono in pieno controllo del match e giocano sul velluto: al 60’, La Mantia sfrutta un assist dalla destra di Haas e sigla il 3-0. Il Cosenza sembra essere tramortito e tre minuti dopo subisce il poker: cross dalla fascia sinistra di Mancuso, il pallone arriva sulla testa di Bajrami che insacca senza problemi. 

La squadra di Occhiuzzi, dopo la girandola di cambi, cerca orgogliosamente di reagire ma appare in grande difficoltà e non riesce a costruire una azione degna di nota. Il match si assesta sostanzialmente su ritmi blandi e l’unico squillo nel finale arriva al 78’ con una gran botta di Bandinelli dalla distanza che termina sul fondo non di molto. 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Rende, via la coppia Guardia-Tricarico: Rigoli pronto a subentrare

Antonio Battaglia

Il Volley Soverato cede in quattro set alla Omag Marignano

Antonio Battaglia

Cosenza, segreteria Pd: “Commissariare la federazione un fatto grave”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content