L’ex campione del mondo Bordon presenta la sua autobiografia

di Antonio Battaglia – “In presa alta. Le parate di una vita di un portiere gentiluomo d’altri tempi”. E’ questo il titolo dell’autobiografia di Ivano Bordon, ex bandiera dell’Inter e campione del mondo con la Nazionale Italiana nel 1982, presentata sulla pagina Facebook della libreria Ubik di Catanzaro.

L’incontro, organizzato dall’avvocato Jano La Ferla, titolare dell’agenzia PartnerSport, e moderato dal gestore della libreria Nunzio Belcaro, ha messo in risalto alcuni ricordi della lunga carriera in mezzo ai pali del celebre portierone veneto: “Quando mi prese l’Inter non ero contentissimo, dal momento che non ero mai andato via di casa. La mia è una esperienza fatta di grandi sacrifici, dentro e fuori dal campo – le parole di Bordon – non posso dimenticare la celebre “partita della lattina” di Coppa dei Campioni, tra Borussia Mönchengladbach e Inter, o il mio esordio in Serie A nella stagione 1970/71. Vincere un campionato mondiale, tuttavia, rappresenta la più grande gioia per un giocatore”.

L’incontro, organizzato dall’avvocato Jano La Ferla, titolare dell’agenzia PartnerSport, e moderato dal gestore della libreria Nunzio Belcaro, ha messo in risalto alcuni ricordi della lunga carriera in mezzo ai pali del celebre portierone veneto: “Quando mi prese l’Inter non ero contentissimo, dal momento che non ero mai andato via di casa. La mia è una esperienza fatta di grandi sacrifici, dentro e fuori dal campo – le parole di Bordon – non posso dimenticare la celebre “partita della lattina” di Coppa dei Campioni, tra Borussia Mönchengladbach e Inter, o il mio esordio in Serie A nella stagione 1970/71. Vincere un campionato mondiale, tuttavia, rappresenta la più grande gioia per un giocatore”.

Curioso il siparietto con Tato Sabadini, antagonista di Bordon ai tempi della sua esperienza al Milan, intervenuto a sorpresa con un collegamento telefonico: “Una volta feci un provino con l’Inter, che successivamente decise di acquistarmi – il retroscena di Sabadini Nell’operazione ci fu però un inghippo e io passai alla Sampdoria. Quando giocai a San Siro, Invernizzi (ai tempi allenatore dell’Inter, ndr) mi confessò la sua grande delusione per l’esito negativo della trattativa. Altro che antagonista di Bordon, potevo essere un suo compagno di squadra…

Poi, un breve cenno sul Catanzaro: “Giocare al “Ceravolo” era sempre difficile, soprattutto per il vento che imperversava con violenza. Un fattore che favoriva un grande tiratore come PalancaNei suoi racconti, Bordon fa riaffiorare la preziosità del calcio di una volta: “Oggi è tutto diverso. Per velocità, forza e passione del pubblico. Si è persa la semplicità che nel calcio unisce spesso tifosi e giocatori”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il professore ha ottenuto 64 preferenze su 72 voti validi. Resterà alla guida del DISPeS fino al 31 ottobre 2025
storie
Il cognome sembra francese ma egli era italianissimo, meglio: calabresissimo. E' infatti nato a Mongiana
Nell'ordinanza vergata dal gip distrettuale i ruoli del capo, dei partecipi e degli uomini di fiducia all'interno dell'associazione
L'invito per esercitare il diritto di voto reagendo alla tentazione della rassegnazione e dell'astensionismo"
Sul posto anche i Carabinieri forestali e volontari della zona. Non si avevano notizie dalla sera dello scorso 15 maggio
Alla conferenza stampa ha partecipato il sottosegretario al Lavoro e politiche sociali ed esponente leghista Claudio Durigon 
La Questura, oltre ai consueti servizi di ordine e sicurezza pubblica, ha predisposto specifiche attività di prevenzione
Il sindacato di Polizia auspica anche risarcimenti economici per i danni causati agli agenti e ai mezzi dello Stato
La cerimonia di consegna dell'importante benemerenza, da parte del Sindaco Franz Caruso, venerdì 24 maggio a Palazzo dei Bruzi
Si è anche proceduto agli ulteriori adempimenti previsti dall’iter, a cominciare dal collaudo delle strutture
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved