Libri sulla storia della Calabria

Il nostro Paese, ovvero lo stivale italiano, ha una storia culturale, artistica, architettonica e naturale davvero enorme. Una storia il cui fascino è riconosciuto in ogni angolo del globo, e che trova radici forti nelle regioni che sostanziano appunto l’Italia. Tra queste vi è la Calabria, terra del sud, sulle cui tradizioni si sono soffermati diversi autori. Scrittori che hanno voluto omaggiare questa particolare area geografica del meridione, costellata di elementi originali e di carattere spiccato. Andiamo per tanto a scoprire le opere inerenti alla Calabria, che trattano da vicino la storia di questa regione.

Storia della Calabria di Placanica

Storia della Calabria di Placanica

Una delle prime opere che andiamo a sviscerare in questo focus dedicato agli scritti sulla regione meridionale italiana è “Storia della Calabria” di Augusto Placanica. Un libro che ripercorre appunto le origini storiche della Calabria, andando indietro nel tempo. Oltre 400 pagine che rimandano ad epoche passate quali quelle arabe, dei longobardi o medievali. Inoltre un approfondimento della cultura calabrese in età spagnola, liberale fino ad arrivare al periodo recente fascista. Con una chiosa finale sul periodo della democrazia repubblicana, più vicino ai giorni nostri alla contemporaneità. Insomma da questi piccoli punti è possibile tirar fuori una storiografia calabrese di profondità ed elevato livello culturale. A metà tra antropologia e studio delle origini, questo libro di Placanica affonda a piene mani nell’essenza del territorio in questione. Una Calabria che viene esplorata come mai prima attraverso i diversi filtri delle colonizzazioni che si sono avvicendate nel tempo. Esse hanno portato in ultima istanza a quelli che sono i giorni nostri, dove il tessuto economico calabrese si è evoluto molto, anche se con un livello di disoccupazione ancora troppo alto, coinvolgendo anche imprenditori di vari settori, tra cui anche quello dell’intrattenimento ludico come ad esempio il settore del gioco, pur con tutte le varie regolamentazioni. Un business che ha rivoluzionato in parte un territorio fortemente ancorato alla tradizione che in questo modo si è spinto verso l’innovazione figlia dell’epoca odierna.

Anche se, comunque, al momento, come in tutto il Meridione, non ci sono casinò ‘fisici’ e, quindi, molti appassionati si sono dirottati verso i casino su mobile, generando una economia dell’indotto non indifferente.

Viaggio in Calabria di Dumas

Altro celebre scritto sul territorio calabrese è quello messo a punto dall’autore Alexandre Dumas, dal titolo “Viaggio in Calabria”. Un racconto per certi versi biografico, che riprende un viaggio fatto dall’autore in compagnia del pittore Jadin e del cane Mylord. Una compagnia inusuale per Dumas che si ritrova in Calabria nel 1835 appena dopo la tappa in Sicilia. Nell’autunno di quell’anno Alexandre decide dopo la visita sicula di recarsi verso Nord, alla volta appunto del territorio calabrese. Qui abbandona il viaggio marittimo per iniziare quello via terra, attraverso le zone di Villa San Giovanni a Cosenza. Oltre quest’ultima, la strada percorsa da Dumas e dalla sua compagnia, vede come ulteriori tappe Scilla, Maida e Pizzo. Una serie di avventure dai connotati talvolta storici, talaltri fantastici, vede il protagonista vivere esperienze incredibili. In modo ironico Dumas racconta dunque le vicissitudini occorsegli in quell’autunno del 1835 presso il suolo calabrese tra terremoti e piogge fitte che in alcuni frangenti gli ostacolano il cammino.

La Calabria greca in età moderna di Chirico

Veniamo ora ad un altro libro che tocca la tematica citata, ossia “La Calabria greca in età moderna” di Giuseppe Chirico. Si tratta di uno scritto storico, dai forti connotati anche geografici, basandosi esso sui dati del catasto e dunque della struttura geopolitica e architettonica del Regno di Napoli in età moderna. Un regno che si espande fino alla Calabria, appunto, la quale viene esaminata da Chirico nello specifico della zona grecanica di Reggio e di altre città situate nel complesso tra S. Agata e Bova. Qui vengono analizzate le attività commerciali e produttive, e quindi il tessuto socio-economico del territorio. Le carte catastali dell’epoca in questione evidenziano la presenza di chiese, castelli, strutture architettoniche scomparse nel tempo. Un libro che però non si sofferma solo sulla componente strutturale del suolo calabrese e del Regno di Napoli, ma va oltre chiamando in causa i fautori della storia di quel periodo: ossia artigiani, commercianti, pastori, medici e imprenditori di vario tipo. La vita di questi ultimi restituisce un’immagine chiara del territorio calabrese descritto perfettamente da Chirico.

Storia degli Arabi in Calabria di Loiacono

Quest’opera di Antonio Maurizio Loiacono è di matrice storica e analizza la presenza araba sul suolo calabrese del IX secolo. Una presenza fatta di commercio, di conquista, ma anche di prigionia, che segna in maniera determinante il tessuto sociale ed economico di questo territorio. Una Calabria che nel IX secolo si poneva come trait d’union tra settentrione cristiano e meridione musulmano-arabo, e dunque come terra di mezzo di due filoni religiosi diversi. Un punto geografico di contrasto e conflitto tra etnie differenti, con tradizioni e culture divergenti. Un libro che quindi permette a Loiacono di esplorare l’invasione araba della Calabria a 360 gradi. Un suolo di battaglia, di ribellione, di comunione e convivenza ma anche di conflitti interni che hanno condizionato inevitabilmente l’epoca successiva.

Storia fantastica del Bergamotto di Reggio Calabria di Arillota

Questo libro, a differenza degli altri sopra citati non basa la propria storia sulle origini etniche, religiose o economiche del territorio calabrese ma esplora una componente specifica: il Bergamotto di Reggio Calabria. Un prodotto tipico dell’area geografica italiana in questione che viene esaminata fin dai suoi albori per poi attenzionare quella che è stata la susseguente diffusione. Uno degli agrumi più apprezzati al mondo, che ha nella Calabria la terra natia. Tutto parte dagli anni che spaziano tra il XVII ed il XVIII secolo, con testimonianze di botanici, giardinieri e coltivatori che spiegano nel dettaglio la veloce crescita e notorietà di questo prodotto agricolo. La “Storia fantastica del Bergamotto di Reggio Calabria” di Filippo Arillota, si pone dunque come un viaggio originale di matrice storica ma anche naturale davvero sensazionale. Un agrume che è simbolo di una terra, e che incarna la passione e dedizione che tale comunità ha sempre profuso nella coltivazione dei campi, della flora locale che ha da par sua offerto tantissimo sul piano nutrizionale e di conseguenza economico e commerciale alla Calabria e a Reggio nello specifico.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
In programma numerosi appuntamenti durante due giorni, con maschere, sfilate e divertimento per i grandi e i piccoli
L'anno scorso le denunce di infortunio con esito letale sono state 1.041 in tutto il Paese, 49 in meno rispetto al 2022
L’iniziativa sarà aperta al pubblico e avrà lo scopo di valorizzare gli investimenti dell’amministrazione regionale nel settore turistico
Al convegno Fidapa ne discuteranno primari ospedalieri, ostetriche, docenti e avvocati all’istituto tecnico Malafarina di Soverato
La salma e la documentazione sanitaria sono state sequestrate per gli accertamenti. La verifiche medicolegali dovranno determinare le cause del decesso
Sul luogo carabinieri, polizia e polizia locale. Nessuna ipotesi è esclusa al momento, compresa quella di un gesto volontario
Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha omaggiato la centenaria reggina con una targa di auguri e un omaggio floreale
Durante i controlli della Polizia di Stato nel Catanzarese gli agenti hanno trovato cocaina, hashish e due bilancini di precisione
La città ha rinsaldato il proprio legame con l'indimenticato maestro e cittadino onorario
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved